08/09/2009 08:00

Minoranze linguistiche: il Miur ha ripubblicato la circolare per la presentazione dei progetti (scadenza 10 ottobre 2009)

Il Miur ha ripubblicato tra le notizie del mese di settembre la C.M. n. 70 del 24 luglio 2009 con la quale ha illustrato le modalità per la presentazione dei progetti nazionali e locali per la valorizzazione delle minoranze linguistiche, per ricordare che il termine per la presentazione dei progetti è il 10 ottobre 2009.

Il Miur ha ripubblicato tra le notizie del mese di settembre la C.M. n. 70 del 24 luglio 2009 con la quale ha illustrato le modalità per la presentazione dei progetti nazionali e locali per la valorizzazione delle minoranze linguistiche, per ricordare che il termine per la presentazione dei progetti è il 10 ottobre 2009.

Anche quest’anno tutte le scuole dell’infanzia, le scuole primarie e le scuole secondarie di primo grado interessate all’uso della lingua minoritaria, sono invitate a presentare – per il biennio 2009/2011 - propri percorsi progettuali in rete, purché siano site in “ambiti territoriali e subcomunali delimitati in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche” ed in linea con le indicazioni sottoriportate.

Saranno ammessi al finanziamento soltanto i progetti ad articolazione biennale presentati dalla scuola capofila entro il termine stabilito, corredati da un accordo di rete formale con almeno altre due Istituzioni Scolastiche.

Le proposte saranno prese in considerazione, se corredate dei seguenti elementi:

  1. progetto in originale, redatto in lingua italiana e in lingua minoritaria;

  2. scheda-formulario, allegata alla presente lettera circolare, debitamente compilata in tutte le sue sezioni, da inviare all'indirizzo di posta elettronica segnalato sulla medesima scheda;

  3. scheda sintetica (in formato excel) formata da tre sezioni: anagrafica, coordinate bancarie, progetto allegata alla presente lettera circolare, da scaricare, compilare in tutte le sue parti (una scheda per progetto) e inviare all’indirizzo di posta elettronica segnalato sulla medesima scheda;

  4. accordo di rete formale con non meno di due Istituzioni Scolastiche

  5. delibera del Consiglio Provinciale di cui all'art. 3 comma 1 della Legge n. 482/99.