21/09/2009 09:00

Maternità: termini per il ricorso Inps

Con sentenza n. 12718/2009, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che il termine di decadenza per poter proporre l'azione giudiziaria contro l’INPS per la mancata erogazione dell’indennità di maternità decorre dalla data di scadenza dei termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo. I predetti termini vanno calcolati a decorrere dalla data di presentazione della domanda amministrativa.

Con sentenza n. 12718/2009, le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno affermato che il termine di decadenza per poter proporre l'azione giudiziaria contro l’INPS per la mancata erogazione dell’indennità di maternità decorre dalla data di scadenza dei termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo. I predetti termini vanno calcolati a decorrere dalla data di presentazione della domanda amministrativa.

Nel caso proposto alla Suprema Corte, in caso di mancata pronuncia dell'Inps sulla richiesta di prestazione, l'azione giudiziaria può essere presentata, a pena di decadenza, entro il termine di un anno dalla data di comunicazione della decisione del ricorso pronunciata dai competenti organi dell'Inps o dalla data di scadenza del termine fissato per la pronuncia della decisione ovvero dalla data di scadenza dei termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo, calcolati a decorrere dalla data di presentazione della domanda di presentazione.