08/09/2009 08:00

“Operazione trasparenza”: termine 15 settembre 2009 e primo monitoraggio

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione ha comunicato sul proprio sito di avere realizzato un primo monitoraggio sullo stato di attuazione delle disposizioni contenute nel primo comma dell’articolo 21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69, che obbliga tutte le Pubbliche Amministrazioni a pubblicare sui propri siti Internet curricula vitae, recapiti e retribuzioni annuali dei dirigenti, nonché i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale.

Il Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione ha comunicato sul proprio sito di avere realizzato un primo monitoraggio sullo stato di attuazione delle disposizioni contenute nel primo comma dell’articolo 21 della Legge 18 giugno 2009 n. 69, che obbliga tutte le Pubbliche Amministrazioni a pubblicare sui propri siti Internet curricula vitae, recapiti e retribuzioni annuali dei dirigenti, nonché i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale.

Il monitoraggio è stato effettuato su tutti i Ministeri e tutte le Regioni nonché su un campione di Enti locali e altre Pubbliche Amministrazioni.

Dai dati raccolti alla data del 2 settembre risulta che i Ministeri hanno adempiuto solo parzialmente agli obblighi previsti dalla legge. Molti di questi (Giustizia, Ambiente, Istruzione e Università, Infrastrutture e Trasporti, Sviluppo Economico) non hanno addirittura ancora pubblicato nulla. Per quanto riguarda, invece, la pubblicazione delle retribuzioni dei dirigenti, ad oggi hanno adempiuto alle disposizioni di legge solo la Presidenza del Consiglio dei Ministri e il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

Per quanto riguarda le Regioni, si riscontrano alcuni casi di eccellenza come Emilia Romagna, Lombardia e Basilicata che hanno pubblicato tutto quello che la legge ha previsto. Al contrario Campania, Calabria, Molise e Marche non hanno finora reso pubblico alcun dato. Altrettanto inadempienti risultano le Agenzie fiscali.

Per quanto riguarda i Comuni la situazione appare più incoraggiante. Il monitoraggio è stato effettuato su un campione ancora limitato, ma comunque rappresentativo, perché composto dai Comuni più grandi e distribuiti sul tutto il territorio nazionale. Molti di questi hanno infatti già provveduto a pubblicare tutti i dati richiesti dalla legge.

Il Ministro ricorda in ogni caso che la data fissata dalla Circolare per la pubblicazione dei dati è quella del 15 settembre e che sul sito del Ministero è presente un’apposita guida alla compilazione dei curricula.