15/09/2009 08:30

Emergenza precari: il 10 settembre nuovo incontro al Miur

Il 10 settembre 2009 si è svolto al Miur un incontro tecnico per proseguire il confronto sull’emergenza precari. Il Miur ha illustrato alle OO.SS. i contenuti del decreto ministeriale attuativo del decreto legge Ronchi, che prevede, per l’a.s. 2009/2010, oltre alla deroga alla Legge 124/99 sulle supplenze, le intese con le Regioni per il finanziamento dei progetti e gli accordi tra MIUR e INPS per l’automazione delle procedure legate alla disoccupazione.

Il 10 settembre 2009 si è svolto al Miur un incontro tecnico per proseguire il confronto sull’emergenza precari.

Il Miur ha illustrato alle OO.SS. i contenuti del decreto ministeriale attuativo del decreto legge Ronchi, che prevede, per l’a.s. 2009/2010, oltre alla deroga alla Legge 124/99 sulle supplenze, le intese con le Regioni per il finanziamento dei progetti e gli accordi tra MIUR e INPS per l’automazione delle procedure legate alla disoccupazione.

Le nuove disposizioni, riferite all’anno scolastico 2009/10, sono rivolte al personale docente, inserito a pieno titolo nelle graduatorie provinciali ad esaurimento, e al personale ATA inserito nelle graduatorie permanenti e ad esaurimento, che nello scorso anno scolastico hanno avuto un incarico annuale o fino al termine dell’attività didattica e che nell’anno scolastico in corso non sono stati destinatari di contratto.

A tale personale saranno conferite dai dirigenti scolastici le supplenze temporanee per assenza di titolari, con precedenza rispetto al personale inserito nelle graduatorie di circolo e d’istituto.
Il personale interessato avrà diritto al pieno riconoscimento del servizio per l’intero anno scolastico 2009/10.

Non potranno, invece, fruire delle disposizioni i rinunciatari di contratti a tempo determinato, gli immessi in ruolo che si siano avvalsi dell’art. 36 del CCNL ed i pensionati, tutti con decorrenza dal 01.09.2009.

Le domande andranno presentate dagli interessati all’Ufficio Scolastico Provinciale in cui si risulta inseriti.

Molti sono gli aspetti sui quali le OO.SS. hanno chiesto chiarimenti ed approfondimenti da parte del Ministero. Ad esempio, vanno definiti i criteri e gli ambiti territoriali di utilizzo del personale; devono essere meglio definite le condizioni di accesso e/o di passaggio dall'utilizzo su supplenze all'impiego nei progetti finanziati nell'ambito degli accordi regionali; inoltre, esiste un problema di cumulo fra le tipologie di reddito interessate: stipendio, disoccupazione e progetto.

Il prossimo incontro al Miur è stato fissato per martedì 15 settembre.