10/03/2010 10:40

Sottoscritta ipotesi CCNI Formazione

Nel corso dell’incontro al Miur dell’8 marzo si è proceduto alla sottoscrizione dell’“Ipotesi di Contratto collettivo nazionale integrativo concernente la formazione del personale docente e ATA per l’anno scolastico 2010-2011.

Nel corso dell’incontro al Miur dell’8 marzo si è proceduto alla sottoscrizione dell’“Ipotesi di Contratto collettivo nazionale integrativo concernente la formazione del personale docente e ATA per l’anno scolastico 2010-2011.

Tale ipotesi sarà inviata, a breve, dagli uffici centrali del MIUR al Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’esame congiunto con il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze, per riscontrarne la compatibilità economico-finanziaria ed esprimere parere sull’ulteriore corso della procedura contrattuale.

Segnaliamo, in particolare, quanto riportato all’art. 3, nel quale sono state definite le risorse disponibili pari a:

• € 5.796.401,00 da gestirsi a livello regionale per la formazione del personale della scuola;

• € 2.046.628,00 da gestirsi dagli Uffici Scolastici Regionali per la formazione dei docenti di sostegno agli alunni portatori di handicap;

• € 605.962,00 da gestirsi dall’Amministrazione centrale e alla stessa assegnati dalla legge di bilancio.

All’art. 4 sono, invece, indicati i criteri di riparto delle risorse assegnate agli Uffici Scolastici Regionali per la formazione del personale della scuola, risorse così suddivise: 90% alle scuole in base al numero degli addetti, 10% all’amministrazione regionale.

Tutte le organizzazioni sindacali hanno sottoscritto la seguente dichiarazione a verbale:

Dichiarazione a verbale CCNI sulla formazione del personale della scuola per l’anno scolastico 2010/2011

Le OO.SS. Flc CGIL, Cisl Scuola, Uil Scuola, SNALS Confsal e Federazione Gilda – UNAMS, pur prendendo atto che per la prima volta dal 2001 i finanziamenti destinati all’aggiornamento ed alla formazione in servizio del personale docente e ATA non sono ulteriormente ridotti, ne denunciano l’assoluta inadeguatezza rispetto agli obiettivi dichiarati nel CCNI.

Sottoscrivono il presente contratto esclusivamente per consentire l’adempimento degli obblighi contrattuali e permettere alle istituzioni scolastiche di programmare in tempo il Piano annuale delle attività di formazione e aggiornamento previsto dall’art. 66 del CCNL.