16/11/2009 09:00

Progetto nazionale M@t.abel+: Autorizzazioni annualità 2009/2010

Con quattro distinte note indirizzate alle quattro regioni obiettivo (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) sono stati comunicati gli elenchi delle istituzioni scolastiche i cui progetti sono stati dichiarati ammissibili e gli importi complessivi autorizzati.

Con quattro distinte note indirizzate alle quattro regioni obiettivo (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) sono stati comunicati gli elenchi delle istituzioni scolastiche i cui progetti sono stati dichiarati ammissibili e gli importi complessivi autorizzati.

Per garantire l’andamento della spesa del PON nella sua interezza ed i tempestivi finanziamenti alle scuole attuatrici, i Progetti dovranno essere conclusi, entro il 31 Agosto 2010.

I Progetti autorizzati devono, per quanto riguarda le modalità di attuazione e di gestione, le tipologie ed i costi, essere attuati in piena corrispondenza con quanto specificamente previsto nei documenti di riferimento, in particolare nell’avviso prot 1309 del 23 febbraio 2009 e nelle “Disposizioni ed Istruzioni per l'attuazione delle iniziative cofinanziate dai Fondi Strutturali Europei 2007/2013" Edizione 2009.

Il Miur ribadisce che tutte le iniziative devono essere orientate al raggiungimento dei seguenti obiettivi di servizio posti per il sistema scolastico dal QSN, ai quali fra l’altro sono legate le premialità per i Programmi Operativi Nazionali e Regionali:

  • ridurre la percentuale dei giovani che abbandonano prematuramente gli studi dall’attuale 26% al 10%

  • ridurre la percentuale degli studenti di 15 anni con scarse competenze di lettura dall’attuale 35% al 20% (prove PISA- OCSE)

  • ridurre la percentuale degli studenti di 15 anni con scarse competenze di matematica dall’attuale 48% al 21% (Prove PISA- OCSE).

Vengono, altresì, ricordate alcune disposizioni che le istituzioni scolastiche dovranno ottemperare:

  • prevedere una codificazione contabile di tutte le iniziative cofinanziate con i fondi strutturali. È pertanto necessario che vi sia una “area specifica delle entrate” nell’ambito dei programmi annuali dei singoli istituti al fine di evitare la commistione, nella gestione dei fondi strutturali, con fondi di altra provenienza. Pertanto i finanziamenti dovranno essere iscritti nelle ENTRATE – modello A, aggregato 04 – “Finanziamenti da enti territoriali o da altre Istituzioni Pubbliche”, e imputati alla voce 01– “Finanziamenti UE” (Fondi vincolati) del Programma annuale previsto dal D.I. n. 44/2001;

  • La registrazione delle uscite nel suddetto Mod. A dovrà essere effettuata esclusivamente per azione, e in esse dovrà sempre essere riportato il codice di azione assegnato;

  • tutta la documentazione relativa ai Piani autorizzati e realizzati dalle istituzioni scolastiche e la relativa contabilità dovranno essere conservate agli atti almeno fino al terzo anno successivo alla definitiva conclusione del PON Scuola 2007/2013.