09/11/2009 09:00

Fondo istituzione scolastica e voci accessorie: quarto incontro al Miur

È proseguito, nella mattinata del 5 novembre, il preannunciato incontro MIUR/OO.SS. firmatarie del CCNL scuola sul fondo dell’istituzione scolastica e sulla ripartizione dei fondi per funzioni strumentali, incarichi specifici ATA, ore eccedenti la pratica sportiva.

È proseguito, nella mattinata del 5 novembre, il preannunciato incontro MIUR/OO.SS. firmatarie del CCNL scuola sul fondo dell’istituzione scolastica e sulla ripartizione dei fondi per funzioni strumentali, incarichi specifici ATA, ore eccedenti la pratica sportiva.

Il Miur ha annunciato che  è stata inviata una mail personalizzata con la quale sono stati comunicati a ciascuna scuola i parametri da utilizzare per la determinazione del finanziamento delle risorse destinate al Fondo d’Istituto per l’a.s. 2009/2010.

Nella scuola secondaria di secondo grado, per i posti di sostegno, è stato comunicato che è pari a 0,56 il coefficiente dato dal rapporto tra i totali nazionali dell’organico di diritto e dell’organico di fatto per i docenti di sostegno del secondo grado. Nella stessa nota è precisato che i 4/12 saranno erogati al più presto ed i restanti 8/12 entro febbraio 2010.

Per quanto concerne le funzioni strumentali per il personale docente, è stata perfezionata l’ipotesi di ripartizione delle risorse pari ad € 120.850.914,00 (lordo stato) che prevede l’assegnazione di una quota di € 107,10 (lordo stato) per ciascun docente in organico di diritto in ogni scuola a cui si aggiunge:

  • una quota base di € 3.000,00 (lordo stato) per ciascuna istituzione scolastica;

  • una ulteriore quota di € 2.000,00 (lordo stato) che si aggiunge alla precedente per la complessità organizzativa (nel caso di istituti comprensivi, istituti di istruzione secondaria superiore, convitti ed educandati, scuole militari, CTP, scuole carcerarie, scuole ospedaliere, corsi serali, scuole annesse a convitto o educandato, scuole medie annesse ad istituto d’arte, scuole all’estero);

  • circa 107 euro (lordo stato) da moltiplicare per i posti docenti assegnati in organico di diritto. Per i docenti di sostegno della scuola secondaria di secondo grado si applica il correttivo di 0,56 per ogni unità in servizio.

Sugli incarichi specifici personale ATA è in corso di perfezionamento l’ipotesi di ripartizione delle risorse di € 53.237.118,00 (lordo stato) che prevede l’assegnazione a ciascuna scuola di:

  • una quota di circa € 100,00 (lordo stato) per ciascun posto in organico di diritto con esclusione di quello del DSGA e di quelli accantonati per la presenza di ex LSU (collaboratori scolastici) e co.co.co. (assistenti amministrativi e assistenti tecnici);

  • una ulteriore quota di circa € 280,00 (lordo stato) che si aggiunge alla precedente per ogni posto in organico di diritto come sopra determinato senza beneficiari di posizione economica.

Le parti, inoltre, sono addivenute ad un’ipotesti di assegnazione a ciascuna scuola che inserisce le attività motorie nel POF delle risorse per compenso ore eccedenti per le attività di avviamento alla pratica sportiva attribuendo una quota di circa € 3.000,00 (lordo stato) per ciascun docente di educazione fisica presente in organico di diritto e definendo una quota di circa € 6.000,00 (lordo stato) per ciascun coordinatore provinciale di educazione fisica.

A riguardo si precisa che resta fermo l’importo complessivo di € 90.000.000,00 (lordo stato) destinato contrattualmente ai compensi per le ore eccedenti per le attività di avviamento alla pratica sportiva ed alle ore eccedenti per la sostituzione dei docenti assenti, per la parte residuale.

Per quanto concerne le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti verranno inviate entro il 15 novembre risorse alle scuole per un totale di 25 milioni di euro.

Infine, sull’indennità di bilinguismo, orario notturno, indennità al sostituto del DSGA, il MIUR e le Organizzazioni sindacali hanno convenuto sull’opportunità di finanziare con risorse aggiuntive le scuole in cui si attua il bilinguismo, l’orario notturno e festivo, e le scuole che devono erogare l’indennità al sostituto del DSGA.