20/11/2009 09:20

Disponibile il Rapporto Rilevazione sugli apprendimenti nella scuola primaria - a.s. 2008-2009

Segnaliamo che sul sito dell’Invalsi è disponibile il Rapporto Rilevazione sugli apprendimenti nella scuola primaria - a.s. 2008-2009. Il rapporto si riferisce alle rilevazioni condotte negli scorsi mesi sugli alunni della scuola primaria.

Segnaliamo che sul sito dell’Invalsi è disponibile il Rapporto Rilevazione sugli apprendimenti nella scuola primaria - a.s. 2008-2009.

Il rapporto si riferisce alle rilevazioni condotte negli scorsi mesi sugli alunni della scuola primaria.

Il 26 e il 28 maggio del 2009 ha, infatti, avuto luogo in 5.303 scuole primarie italiane la rilevazione degli apprendimenti in Italiano e Matematica dei ragazzi nelle classi seconde e quinte mediante una prova esterna standardizzata.

I dati presentati nel rapporto sono basati sugli esiti della rilevazione nelle 1.069 scuole campione, frequentate da circa 90.000 alunni; tra questi, 46.000 circa sono stati campionati ed hanno effettivamente sostenute le prove

Per quanto riguarda le classi seconde, i bambini mediamente hanno risposto in modo corretto al 65 per cento dei quesiti di Italiano, mentre nella prova di Matematica le risposte corrette sono state pari al 54,9 per cento

I risultati degli alunni delle diverse aree del Paese sono piuttosto uniformi, con l’unica rilevante eccezione dei risultati in Italiano degli alunni frequentanti le scuole delle regioni meridionali che mostrano una differenza negativa di quasi sei punti percentuali

I bambini di cittadinanza diversa da quella italiana già nella classe seconda della scuola primaria conseguono risultati molto inferiori rispetto a quelli ottenuti dai loro compagni di cittadinanza italiana sia in Matematica (5,6 punti percentuali in meno), ma soprattutto in Italiano (circa 10 punti).

Nelle classi quinte, invece, le risposte corrette nella prova di Italiano sono state in media pari al 62,3 per cento, mentre nella prova di Matematica relativa alla quinta classe le risposte corrette sono state pari al 57,1 per cento.

I risultati degli alunni delle diverse aree del Paese sono meno uniformi di quanto osservato nella classe seconda; restano gli ampi divari negli apprendimenti di Italiano, anche se di minore entità rispetto alla classe seconda; lo svantaggio statisticamente significativo del Sud è di circa due punti percentuali rispetto al resto del Paese.

Anche per le classi quinte, infine, i bambini di cittadinanza diversa da quella italiana nella classe quinta della scuola primaria conseguono risultati molto inferiori rispetto a quelli ottenuti dai loro compagni di cittadinanza italiana sia in Matematica (4,8 punti percentuali in meno) e soprattutto in Italiano (7,2 punti).