20/07/2009 09:00

Utilizzazioni a.s. 2009/2010: firmata l’integrazione al CCNI per l’Abruzzo

Il personale docente e educativo con contratto a tempo indeterminato, che il 5 aprile 2009 risiedeva e/o dimorava stabilmente nel Comune dell’Aquila o nei comuni del “cratere sismico”, ma attualmente dimorante in comuni diversi, della regione Abruzzo o di altre regioni potrà presentare domanda verso regioni diverse dall'Abruzzo entro il 24 luglio 2009. Non sono interessati da questa scadenza gli insegnanti di scuola primaria per i quali il termine è fissato al quinto giorno successivo alla pubblicazione dei relativi movimenti. Il 4 agosto è, invece, fissata la scadenza per il personale ATA.

Il personale docente e educativo con contratto a tempo indeterminato, che il 5 aprile 2009 risiedeva e/o dimorava stabilmente nel Comune dell’Aquila o nei comuni del “cratere sismico”, ma attualmente dimorante in comuni diversi, della regione Abruzzo o di altre regioni potrà presentare domanda verso regioni diverse dall'Abruzzo entro il 24 luglio 2009. Non sono interessati da questa scadenza gli insegnanti di scuola primaria per i quali il termine è fissato al quinto giorno successivo alla pubblicazione dei relativi movimenti. Il 4 agosto è, invece, fissata la scadenza per il personale ATA.

È demandata, invece, alla contrattazione integrativa regionale la definizione dei termini di presentazione delle domande verso la Regione Abruzzo e all'interno di questa.

Il 15 luglio 2009 è stata sottoscritta l’integrazione al CCNI su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie siglato lo scorso 26 giugno con riguardo al trattamento del personale docente, educativo ed A.T.A. coinvolto nelle operazioni della regione Abruzzo, per l’a.s. 2009/2010.

L’integrazione ha anche previsto che:

  • il personale docente, educativo ed ATA con contratto a tempo indeterminato, titolare nelle scuole del comune dell’Aquila o dei comuni del “cratere sismico”, presta servizio nella scuola di titolarità anche a disposizione, purché non ci siano posti vacanti e disponibili nello stesso comune, nella stessa tipologia di posto e/o classe di concorso di appartenenza;

  • il personale docente, educativo ed ATA con contratto a tempo indeterminato, che il 5 aprile 2009 risiedeva e/o dimorava stabilmente nel Comune dell’Aquila o nei comuni del “cratere sismico”, ma attualmente dimorante in comuni diversi, della regione Abruzzo o di altre regioni, una volta determinato l’adeguamento dell’organico di diritto alle situazioni di fatto e stabilito il quadro completo delle disponibilità, sia nelle scuole coinvolte sia in quelle sulle quali ricadono gli effetti dell’evento sismico, può essere utilizzato a domanda, su posto disponibile, o nel Comune/Provincia di attuale dimora o in una scuola o comune insistente nel cratere sismico; lo stesso personale può presentare domanda di utilizzazione in altra provincia, anche diversa dalla regione Abruzzo, al pari dei docenti appartenenti a classe di concorso in esubero, secondo le scadenze suddette.

  • Il termine per la presentazione delle domande, riguardanti esclusivamente le operazioni in entrata o all’interno della regione Abruzzo, verrà fissato dalla contrattazione integrativa regionale;

  • Le suddette disposizioni si applicano, per quanto compatibili, anche ai docenti di religione cattolica.