22/07/2009 09:10

Detrazione per acquisto mobili, elettrodomestici ad alta efficienza energetica, apparecchi televisivi e computer

Per interventi di recupero del patrimonio edilizio effettuati su singole unità immobiliari residenziali iniziati a partire dal 1 luglio 2008 è consentita la detrazione anche delle spese sostenute, dal 7 febbraio 2009 e fino al 31 dicembre 2009, per l'acquisto di mobili, elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, nonché apparecchi televisivi e computer, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

Per interventi di recupero del patrimonio edilizio effettuati su singole unità immobiliari residenziali iniziati a partire dal 1 luglio 2008 è consentita la detrazione anche delle spese sostenute, dal 7 febbraio 2009 e fino al 31 dicembre 2009, per l'acquisto di mobili, elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+, nonché apparecchi televisivi e computer, finalizzati all'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.

Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate, con la circolare n. 35/E del 16 luglio 2009.

La detrazione è cumulabile con la detrazione per la sostituzione di frigoriferi, congelatori e loro combinazione ed è da ripartire tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo su un importo massimo complessivo non superiore a 10.000 euro.

Il contribuente che voglia fruire del nuovo beneficio fiscale deve aver inviato, anche in data anteriore all’1° luglio 2008, al Centro Operativo di Pescara l’apposita comunicazione dovuta per beneficiare delle detrazioni per le ristrutturazioni edilizie, indicando, nel riquadro riservato ai “Dati Relativi ai Lavori di Ristrutturazione”, come data di inizio lavori l’1.07.2008 ovvero una data ad essa posteriore. Inoltre, il contribuente, dopo l’invio della dovuta comunicazione di inizio lavori, deve avere effettivamente sostenuto spese di ristrutturazione per le quali possa beneficiare della detrazione del 36%.

Gli interventi che rientrano nel beneficio sono i seguenti:

  • manutenzione straordinaria

  • restauro e di risanamento conservativo

  • ristrutturazione edilizia

Sono quindi esclusi i lavori condominiali, interventi di manutenzione ordinaria, realizzazione di garage e posti auto pertinenziali, acquisto o assegnazione di immobile facente parte di un edificio ristrutturato da un'impresa di costruzione o ristrutturazione immobiliare o da una cooperativa edilizia.

La detrazione, come già detto, è relativa alle spese sostenute per l’acquisto di :

  • mobili;

  • elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+;

  • apparecchi televisivi;

  • computer.

Per l’acquisto dei beni finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione il pagamento dovrà avvenire tramite bonifico bancario o postale da cui risultino la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che paga e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.