10/07/2009 09:00

Assistenza fiscale 2009: i conguagli nella rata di luglio

Il MEF, Service Personale Tesoro, con l’Informativa n. 76 del 26 giugno 2009 ha comunicato di aver proceduto all’avvio delle operazioni necessarie per l’acquisizione e conseguente applicazione sulla mensilità di luglio dei conguagli derivanti dall’assistenza diretta e indiretta prestata.

Il MEF, Service Personale Tesoro, con l’Informativa n. 76 del 26 giugno 2009 ha comunicato di aver proceduto all’avvio delle operazioni necessarie per l’acquisizione e conseguente applicazione sulla mensilità di luglio dei conguagli derivanti dall’assistenza diretta e indiretta prestata.

Per la rata di luglio 2009 verranno presi in considerazione esclusivamente i risultati contabili dei modelli 730 convalidati entro e non oltre le ore 17,00 del giorno 30 giugno. I conguagli relativi a convalide effettuate dopo tale data verranno applicati sulle rate immediatamente successive.

Per quanto riguarda i lavoratori della regione Abruzzo, sulla base delle ultime disposizioni normative, per il personale per il quale è stata registrata in SPT l’esenzione fiscale, in fase di emissione saranno liquidati esclusivamente i crediti, rinviando gli eventuali debiti in attesa della definizione normativa dei successivi adempimenti. Per il solo personale cessato la liquidazione dei crediti avverrà con emissione speciale e, in presenza di eventuali debiti, le relative dichiarazioni saranno comunque sospese a carico dell’assistito senza alcun obbligo di comunicazione ai fini del versamento autonomo.

È prevista, inoltre, un’emissione speciale per la rata di luglio 2009 per il personale a tempo determinato del comparto scuola con contratto di lavoro sino al 30/06/2009 e il personale cessato successivamente alla data di presentazione del modello. Oggetto dell’emissione speciale saranno tutte le liquidazioni dei risultati contabili da 730, la cui sommatoria algebrica, ad esclusione della II rata di acconto IRPEF, darà un risultato a credito superiore a 10€. L'attività si esaurirà in un'unica soluzione senza tener conto di eventuali rateizzazioni richieste dai contribuenti.