16/02/2010 09:15

Inpdap: conguaglio fiscale anno 2009, rilascioCUD2010 e applicazione addizionali all’IRPEF

Con la nota operativa n. 5 del 15 febbraio 2010 l’Inpdap ha comunicato che il debito d’imposta risultante dal conguaglio fiscale dell’anno reddituale 2009 verrà recuperato in un’unica soluzione mediante ritenuta sulla rata di pensione del mese di marzo.

Con la nota operativa n. 5 del 15 febbraio 2010 l’Inpdap ha comunicato che il debito d’imposta risultante dal conguaglio fiscale dell’anno reddituale 2009 – completato dall’Inpdap entro il 28 febbraio 2010 - verrà recuperato in un’unica soluzione mediante ritenuta sulla rata di pensione del mese di marzo. In caso di incapienza, il contribuente può richiedere che l’eventuale “parte eccedente” sia trattenuta sulle successive rate di pensione con l’applicazione dell’interesse dello 0,50% mensile.

Agli interessati sarà inviata apposita lettera esplicativa, unitamente al cedolino di marzo, nella quale sarà specificato che, in mancanza di una espressa domanda di revoca della rateizzazione, la rateizzazione stessa si intende accettata con tutti i conseguenti obblighi fiscali.

La rateizzazione terminerà entro il mese di dicembre 2010. Qualora il debito non sia stato interamente recuperato entro il mese di dicembre, l’Istituto comunicherà all’interessato l’obbligo di provvedere personalmente al saldo entro il 15 gennaio 2011, mediante versamento con Modello F24 prestampato con gli importi ed inviato unitamente alla comunicazione.

Nel caso in cui la rateizzazione sia in corso e si interrompa la corresponsione della pensione (es. in caso di decesso del titolare), il residuo debito sarà comunicato agli eredi che devono provvedere al saldo entro il medesimo termine del 15 gennaio 2011.

Con la stessa nota l’Inpdap comunica che la certificazione CUD2010 sarà inviata in duplice copia nel corrente mese di febbraio e sarà a disposizione sul sito Internet-Intranet dell’Istituto a partire dal 22 febbraio 2010.

In caso di conguaglio fiscale di segno positivo (a credito del pensionato), la Direzione centrale sistemi informativi, ultimate tutte le operazioni relative al conguaglio IRPEF 2009, rimborserà direttamente l’importo complessivo risultante a credito dei pensionati sulla rata di marzo 2010, qualora le somme dovute solo per conguaglio fiscale IRPEF (con esclusione, quindi, della quota relativa al recupero delle addizionali) non siano di importo superiore a € 1.500.

Infine, l’Istituto pensionistico riassume in una tabella le misure delle aliquote relative all’addizionale regionale all’IRPEF da applicare sui redditi prodotti nell’anno 2009.