05/02/2010 12:00

Al via il riordino del secondo ciclo: approvati i decreti presidenziali

Si è tenuta oggi, 4 febbraio 2010, a Palazzo Chigi, la riunione del Consiglio dei Ministri per discutere, fra l'altro, dei Regolamenti del secondo ciclo. Tra i provvedimenti approvati, i tre decreti presidenziali recanti norme per il riordino dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali.

Si è tenuta oggi, 4 febbraio 2010, a Palazzo Chigi, la riunione del Consiglio dei Ministri per discutere, fra l'altro, dei Regolamenti del secondo ciclo. Tra i provvedimenti approvati, i tre decreti presidenziali recanti norme per il riordino dei licei, degli istituti tecnici e degli istituti professionali.

Ne dà comunicazione il Miur sul proprio sito. Con due comunicati dell’ufficio stampa riassume le novità che riguarderanno le prime classi delle scuole superiori a decorrere dal prossimo anno scolastico.


Per quanto riguarda i LICEI, i 396 indirizzi sperimentali, i 51 progetti assistiti dal Miur e le tantissime sperimentazioni attivate saranno ricondotti a 6 licei.

  • Liceo artistico: articolato in 6 indirizzi distinti:

    • arti figurative;

    • architettura e ambiente;

    • audiovisivo e multimedia;

    • design;

    • grafica;

    • scenografia

  • Liceo classico: introdotto l’insegnamento di una lingua straniera per l’intero quinquennio potenziata l’area scientifica e matematica.

  • Liceo scientifico

  • Liceo linguistico: sin dal primo anno, insegnamento di 3 lingue straniere. Dal terzo anno un insegnamento non linguistico sarà impartito in lingua straniera e dal quarto un secondo insegnamento sarà impartito in lingua straniera. 

  • Liceo musicale e coreutico (novità): articolato nelle due sezioni: musicale e coreutica.

  • Liceo delle scienze umane (novità): sostituisce il liceo sociopsicopedagogico


I nuovi ISTITUTI TECNICI, invece, si divideranno in 2 Settori: economico e tecnologico.

Avranno un orario settimanale corrispondente a 32 ore di lezione. Saranno ore effettive al contrario delle attuali 36 virtuali (della durata media di 50 minuti).

Nel Settore economico sono stati definiti 2 indirizzi:

1. amministrativo, finanza e marketing;

2. turismo.

Nel Settore tecnologico sono stati definiti 9 indirizzi:

1. meccanica, meccatronica ed energia;

2. trasporti e logistica;

3. elettronica ed elettrotecnica;

4. informatica e telecomunicazioni;

5. grafica e comunicazione;

6. chimica, materiali e biotecnologie;

7. sistema moda;

8. agraria, agroalimentare e agroindustria;

9. costruzioni, ambiente e territorio.


I NUOVI ISTITUTI PROFESSIONALI, infine, si articolano in 2 macrosettori:

  • istituti professionali per il settore dei servizi;

  • istituti professionali per il settore industria e artigianato.

Ai 2 settori corrispondono 6 indirizzi:

Settore dei servizi:

  1. Servizi per l'agricoltura e lo sviluppo rurale;

  2. Servizi socio-sanitari;

  3. Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera;

  4. Servizi commerciali.

Settore industria e artigianato:

  1. Produzioni artigianali e industriali

  2. Servizi per la manutenzione e l'assistenza tecnica