28/10/2009 09:00

Equiparazione diplomi di laurea per partecipare a concorsi pubblici

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009 è stato pubblicato il decreto Miur 9 luglio 2009 recante l’equiparazione tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) ex decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 233 del 7 ottobre 2009 è stato pubblicato il decreto Miur 9 luglio 2009 recante l’equiparazione tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento, lauree specialistiche (LS) ex decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) ex decreto n. 270/2004, ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi.

Il Miur ha così stabilito un criterio univoco per identificare un'equivalenza tra titoli di studio conseguiti a livello accademico tra il vecchio ed il nuovo ordinamento, con lo scopo di evitare errori ed omissioni per la partecipazione ai concorsi pubblici, per i quali, di norma è richiesto il possesso di alcuni titoli di studio.

Il Decreto prevede che i diplomi di laurea, conferiti dalle università statali e da quelle non statali riconosciute per rilasciare titoli aventi valore legale, siano equiparati alle lauree specialistiche delle classi di cui ai decreti ministeriali 28 novembre 2000, 2 aprile 2001 e 12 aprile 2001 e alle lauree magistrali delle classi di cui ai decreti ministeriali 16 marzo 2007 e 8 gennaio 2009.

La corrispondenza deve intendersi solo in modo tassativamente alternativo.

L'Università che ha conferito il diploma di laurea dovrà rilasciare, a chiunque ne faccia richiesta, un certificato che attesti a quale singola classe è equiparato il titolo di studio posseduto, da allegare alle domande di partecipazione ai concorsi insieme con il certificato di laurea.