09/04/2010 10:30

Certificato di malattia: convenzione Inpdap-Inps

È stata sottoscirtta tra Inpdap e Inps una specifica convenzione riguardante la certificazione di malattia da parte dei dipendenti pubblici, che, secondo quanto disposto dall'art. 69 del Dlgs 150/09, deve essere trasmessa esclusivamente per viatelematica dai medici all’Inps.

È stata sottoscirtta tra Inpdap e Inps una specifica convenzione riguardante la certificazione di malattia da parte dei dipendenti pubblici, che, secondo quanto disposto dall'art. 69 del Dlgs 150/09, deve essere trasmessa esclusivamente per viatelematica dai medici all’Inps.

Ma cosa accade se l’ente previdenziale del dipendente pubblico è l’Inpdap e non l’Inps?

La convenzione stabilisce appunto che, una volta ricevuto telematicamente il certificato di malattia dal medico al quale il dipendente pubblico si è rivolto, l’Inps ne dà comunicazione all’Inpdap per l’identificazione dell’ammalato, comunicando altresì i riferimenti dell’amministrazione di appartenenza. L’Inpdap a quel punto inoltra il certificato all’amministrazione interessata.

Nella convenzione le parti si sono obbligate a garantire che il trattamento dei dati avvenga nel rigoroso rispetto del codice in materia di protezione dei dati personali e che essi non siano utilizzati per fini diversi. L’accordo, immediatamente esecutivo, ha la durata di cinque anni (2010-2014) e può essere rinnovato.