28/12/2009 09:25

Piani regionali per l’orientamento: riparto risorse e indicazioni

Con la Nota prot.n. 6260 del 21 dicembre 2009 il Miur ha trasmesso il piano di riparto delle risorse finanziarie, relative al cap. 1331/12 dell’e.f. 2009, destinate a garantire la realizzazione dei piani regionali, a seguito dell’emanazione delle “Linee guida per l’orientamento”.

Con la Nota prot.n. 6260 del 21 dicembre 2009 il Miur ha trasmesso il piano di riparto delle risorse finanziarie, relative al cap. 1331/12 dell’e.f. 2009, destinate a garantire la realizzazione dei piani regionali, a seguito dell’emanazione delle “Linee guida per l’orientamento”.

Ad oggi risultano pervenuti i Piani Regionali e le intese territoriali già siglate da parte di 15 Uffici Scolastici Regionali. Non risultano pervenuti, invece, quelli degli USR Basilicata, Lazio e Marche.

Nel prossimo mese di gennaio – segnala il Miur - verranno comunicate le date e i contenuti dei prossimi seminari nazionali, che saranno realizzati con modalità interregionale, e la cui presentazione verrà fatta ufficialmente nella prossima riunione del Forum nazionale Orientamento, che si terrà il 13 gennaio 2010. Saranno altresì comunicate anche le procedure che saranno utilizzate per il monitoraggio e il sostegno dei piani locali.

Per avviare i Piani regionali di orientamento, il Miur sottolinea l’opportunità di realizzare in tutti i territori regionali specifiche Conferenze di servizio, destinate a presentare il Piano nazionale di orientamento, a dare visibilità al Gruppo regionale e a presentare le azioni di formazione programmate in loco, con il più ampio coinvolgimento di scuole e di altri Soggetti, dando visibilità alle pratiche di eccellenza e facendo emergere professionalità che si muovano in coerenza con le linee tracciate.

Le azioni programmate di formazione dovranno rivolgere particolare attenzione, ad esempio, alla didattica orientativa e alla didattica per competenze, alla rete integrata ed i modi per realizzarla e alimentarla nei territori, al rapporto scuola-famiglia, al ruolo del docente che orienta, per quanto attiene alla sua disciplina, al rapporto con il Consiglio di classe, all’impianto orientativo del POF della scuola, alla rete con altri docenti, con altre scuole, con altri Soggetti istituzionali, etc…

Infine, il Miur comunica di aver assegnato ulteriori risorse agli UU.SS.RR. della Lombardia e del Veneto per il proseguimento delle azioni nazionali di formazione e di implementazione del Piano nazionale orientamento.