24/08/2009 10:46

Invio prospetto informativo lavoratori disabili

Come noto, il D.L. n. 112/2008 (conv. da L. n. 133/2008), all’art. 40, comma 4, ha stabilito che “i datori di lavoro pubblici e privati, soggetti alle disposizioni della presente legge sono tenuti ad inviare in via telematica agli uffici competenti un prospetto informativo dal quale risultino il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero e i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva di cui all'articolo 3, nonché i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori di cui all'articolo 1. Se, rispetto all'ultimo prospetto inviato, non avvengono cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva, il datore di lavoro non è tenuto ad inviare il prospetto (…)”.

Come noto, il D.L. n. 112/2008 (conv. da L. n. 133/2008), all’art. 40, comma 4, ha stabilito che “i datori di lavoro pubblici e privati, soggetti alle disposizioni della presente legge sono tenuti ad inviare in via telematica agli uffici competenti un prospetto informativo dal quale risultino il numero complessivo dei lavoratori dipendenti, il numero e i nominativi dei lavoratori computabili nella quota di riserva di cui all'articolo 3, nonché i posti di lavoro e le mansioni disponibili per i lavoratori di cui all'articolo 1. Se, rispetto all'ultimo prospetto inviato, non avvengono cambiamenti nella situazione occupazionale tali da modificare l’obbligo o da incidere sul computo della quota di riserva, il datore di lavoro non è tenuto ad inviare il prospetto (…)”.

Con risposta all’interpello n. 65 del 31 luglio 2009 il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha chiarito che l’obbligo dell’invio del prospetto informativo non può riferirsi al numero complessivo dei lavoratori facenti parte dell’organico, ma al numero di lavoratori rientranti nella base di computo.

L’invio del prospetto non è quindi obbligatorio in presenza di mutamenti di organico che non abbiano alcun riflesso sul piano del collocamento obbligatorio.