05/08/2009 10:00

Il CNPI sulle misure d’accompagnamento e sperimentazioni regionali

Nell’adunanza del 22 luglio 2009 il CNPI, con la nota prot. n. 7972, ha evidenziato alcune problematiche che le scuole secondarie si troveranno ad affrontare a decorrere già dal prossimo anno scolastico.

Nell’adunanza del 22 luglio 2009 il CNPI, con la nota prot. n. 7972, ha evidenziato alcune problematiche che le scuole secondarie si troveranno ad affrontare a decorrere già dal prossimo anno scolastico.

Anche se i nuovi ordinamenti saranno applicati a partire dal 1° settembre 2010, le istituzioni secondarie dovranno incominciare a gestire la breve fase di transizione di passaggio al nuovo ordinamento, con l’approssimarsi di alcuni passaggi importanti, come le iscrizioni degli alunni già a Gennaio-Febbraio. “Il tutto in un quadro caratterizzato da instabilità nella composizione del corpo professionale, per effetto dei tagli di organico già attuati, ai quali si aggiungeranno quelli derivanti dall'applicazione degli stessi nuovi ordinamenti”.

Il CNPI ritiene inoltre insufficienti le misure predisposte dal Ministero per il sostegno delle scuole in questo delicato passaggio. “Sarebbe stato, ad esempio, quanto meno opportuno prevedere una mirata azione di aggiornamento professionale per i docenti chiamati alla costruzione dei curricola in raccordo con gli obiettivi della riforma, così come sarebbe stato utile coinvolgere, attraverso concrete azioni di informazione e di sensibilizzazione, tutti i soggetti dell’educazione per una loro attiva partecipazione al processo in atto”.

Il CNPI invita pertanto il Ministro a riconsiderare la strategia di approccio alla riforma, atteso che solo attraverso una pianificazione razionale degli interventi sarà possibile assicurare un avvio regolare dei nuovi ordinamenti.