04/06/2010 10:10

Conguaglio modello 730 pensionati Inpdap: applicazione clausola di salvaguardia

L’Inpdap ha prorogato per il 2010 la clausola di salvaguardia per i pensionati che, nell’applicazione del conguaglio da 730/2010, risultano avere una situazione debitoria significativa. Tale clausola consente, per coloro che non l'hanno già scelta in sede di Modello 730, l’automatica rateizzazione del debito derivante dall’assistenza fiscale.

L’Inpdap ha prorogato per il 2010 la clausola di salvaguardia per i pensionati che, nell’applicazione del conguaglio da 730/2010, risultano avere una situazione debitoria significativa. Tale clausola consente, per coloro che non l'hanno già scelta in sede di Modello 730, l’automatica rateizzazione del debito derivante dall’assistenza fiscale secondo i seguenti criteri:

  • per importi di pensione mensili superiori o uguali a euro 1.150  la relativa rata può essere decurtata sino alla salvaguardia del doppio del minimo INPS (euro 921,20);

  • per importi di pensione inferiori a euro 1.150  mensili si trattiene una quota pari al quinto della rata stessa.

I pensionati che volessero recedere dalla rateizzazione disposta automaticamente dall'Istituto, devono fare esplicita richiesta alla sede di competenza entro e non oltre il 10 luglio  in modo da consentire l’immediata disapplicazione della stessa  a partire dalla rata di agosto.

In questo caso la pensione potrà essere decurtata sino alla somma residua di 2 euro.

In tutte le forme di rateizzazione si praticheranno gli interessi al residuo debito previsti dalla normativa in vigore, pari allo 0,33%.