29/01/2010 16:00

"Alfabetizzazione motoria scuola primaria": giornate di formazione per i docenti "esperti"

Fissate per il 30/31 gennaio e per il 6/7 febbraio 2010 nelle sedi di Roma e Milano le giornate di formazione per i docenti “esperti”designati dai Dirigenti scolastici ed i “supervisori” loro assegnati. Con la Nota prot.n. 470 del 26 gennaio 2010 il Miur ha fornito istruzioni per la comunicazione dei nominativi dei partecipanti.

Fissate per il 30/31 gennaio e per il 6/7 febbraio 2010 nelle sedi di Roma e Milano le giornate di formazione per i docenti “esperti”designati dai Dirigenti scolastici ed i “supervisori” loro assegnati.

Con la Nota prot.n. 470 del 26 gennaio 2010 il Miur ha fornito istruzioni per la comunicazione dei nominativi dei partecipanti.

In particolare, gli Esperti dovranno confermare la loro presenza al corso di formazione, impegnandosi contestualmente ad accettare l’incarico di Esperto, sottoscrivendo l’apposito modello. La partecipazione alla formazione costituisce per gli interessati adempimento dell’obbligo espressamente assunto in sede di formulazione della domanda.

Gli impegni formali assunti dagli esperti dovranno essere immediatamente comunicati (per i candidati appartenenti alle Regioni convocate per la data del 30 e 31 gennaio, la scadenza è del 28 gennaio, mentre per gli interessati alla successiva tornata del 6/7 febbraio il termine è il 2 febbraio) all’Ufficio Promozione Sport del Coni per consentire a quest’ultimo di definire gli adempimenti organizzativi e l’assunzione di precisi impegni di spesa. Le comunicazioni devono pervenire al seguente indirizzo di posta elettronica: alfabetizzazionemotoria@coni.it oppure al fax dell’Ufficio Promozione del Coni al nr. 06. 3685 6865 ed inviati in copia al Comitato Provinciale Coni competente per territorio, i cui riferimenti sono consultabili sulle pagine del sito istituzionale www.coni.it.

In caso di impedimento gli interessati dovranno comunicarlo con assoluta immediatezza alla Direzione Scolastica Regionale competente per territorio al fine di consentirne la surroga con soggetti da individuare mediante scorrimento degli elenchi prioritari.