21/05/2010 10:30

Ripartizione fondi alle istituzioni scolastiche: intesa Miur - OO.SS.

Con intesa 18 maggio 2010 tra il Miur e le Organizzazioni sindacali, in attuazione delle disposizioni contenute negli artt. 33, 62 e 87 del CCNL 2006/09 del comparto scuola, si convengono i valori unitari e i criteri utili per la ripartizione dei fondi per il pagamento delle funzioni strumentali del personale docente, degli incarichi specifici del personale ATA, delle ore eccedenti le 18 settimanali per le attività complementari di educazione fisica e per la sostituzione dei colleghi assenti per l'a.s. 2010/2011.

 

Con intesa 18 maggio 2010 tra il Miur e le Organizzazioni sindacali, in attuazione delle disposizioni contenute negli artt. 33, 62 e 87 del CCNL 2006/09 del comparto scuola, si convengono i valori unitari e i criteri utili per la ripartizione dei fondi per il pagamento delle funzioni strumentali del personale docente, degli incarichi specifici del personale ATA, delle ore eccedenti le 18 settimanali per le attività complementari di educazione fisica e per la sostituzione dei colleghi assenti per l'a.s. 2010/2011.

Il finanziamento per le funzioni strumentali pari ad € 120.850.914,00 sarà distribuito ad ogni istituzione scolastica con una quota base di € 31.359.000,00 diviso il numero delle scuole (sono esclusi i convitti e gli educandati) e con una quota aggiuntiva (totale 14.279.581,00) spettante ad ogni istituzione scolastica per ogni particolare complessità organizzativa (istituti comprensivi, istitutit di istruzione secondaria superiore, sezioni carcerarie, sezioni ospedaliere, CTP, corsi serali curricolari, convitti ed educandati, medie annesse ad istituti d’arte e conservatori). È prevista anche un’ulteriore quota (totale € 75.212.333,00) spettante per la dimensione dell’istituzione scolastica con riferimento al numero dei docenti presenti in organico.

Per la retribuzione degli incarichi specifici per il personale ATA è previsto un finanziamento di € 53.237.118,00 rapportato al numero di posti in organico di diritto della scuola. Sono esclusi dal calcolo i Dsga, ex LSU e co.co.co.

Il finanziamento previsto per le attività complementari di educazione fisica è di € 60.660.000,00 per progetti di avviamento alla pratica sportiva. È rapportato al numero dei posti di educazione fisica in roganico di diritto della scuola. è prevista, inoltre, un’ulteriore quota (€ 648.000,00) da assegnare alle scuole di titolarità dei docenti coordinatori provinciali. L’erogazione delle risorse è legata all’effettiva attivazione dei progetti e sarà erogata a consuntivo.

Per il pagamento delle ore eccedenti in sostituzione dei colleghi assenti, l’importo di € 28.500.000,00 è ripartito in € 9.120.000,00 per le scuole dell’infanzia e primaria e € 19.380.000,00 per la scuola secondaria.