21/05/2010 10:25

Firmata l'Ipotesi di CCNL Area V della Dirigenza scolastica

In data 19 maggio è stata sottoscritta da Aran e Organizzazioni sindacali l'ipotesi di contratto dei dirigenti scolastici dell'Area V relativa al quadriennio normativo 2006-2009 e ai due bienni economici 2006-2007 e 2008-2009. Il contratto si applica a circa 10.000 dirigenti scolastici.

In data 19 maggio è stata sottoscritta da Aran e Organizzazioni sindacali l'ipotesi di contratto dei dirigenti scolastici dell'Area V relativa al quadriennio normativo 2006-2009 e ai due bienni economici 2006-2007 e 2008-2009.

Il contratto si applica a circa 10.000 dirigenti scolastici. Gli incrementi a regime sullo stipendio tabellare sono di 141 euro nel primo biennio e di 103 euro nel secondo. Per quanto riguarda il trattamento economico accessorio, una quota significativa delle risorse è stata finalizzata alla retribuzione di risultato, collegata al raggiungimento degli obiettivi connessi all'incarico dirigenziale.

Il Commissario dell'Aran Antonio Naddeo ha espresso soddisfazione, in quanto "si è chiusa una trattativa complessa, che ha recepito le principali novità introdotte dal decreto legislativo n. 150/2009, soprattutto in tema di responsabilità disciplinare dei dirigenti e di valorizzazione della componente retributiva collegata ai risultati.".

Anche le OO.SS. hanno emanato un comunicato unitario in cui si sottolinea l'importanza degli obiettivi raggiunti:

  • è stato avviato il processo di perequazione interna (mantenimento dell'assegno ad personam per i dirigenti ex presidi incaricati e destinazione delle risorse aggiuntive appena disponibili ai dirigenti che provengono direttamente dal ruolo docente);
  • è stato mantenuto l'allineamento con l'Area I per quanto riguarda la retribuzione tabellare;

  • è stata concentrata sulla parte fissa del trattamento di posizione la quasi totalità degli incrementi retributivi residuali;

  • è stato affermato con specifica norma programmatica l'impegno a perseguire la perequazione esterna con il prossimo CCNL;

  • il regime sanzionatorio previsto dal codice disciplinare è stato adeguato alle particolari condizioni di lavoro dei dirigenti delle istituzioni scolastiche;

  • è stato conseguito un incremento complessivo medio mensile della retribuzione pari a circa 370 Euro (lordo dipendente);

  • gli aumenti retributivi corrispondenti ai due bienni economici comportano la corresponsione di un arretrato complessivo pari a circa 8.300 euro per il quadriennio 2006-2009, al netto dell'indennità di vacanza contrattuale, a cui andranno ovviamente aggiunti i ratei mensili del 2010 fino all'attribuzione del nuovo livello stipendiale”.