26/02/2014 10:15

Concorso nazionale “L'Italia incompiuta”

È indetto dal Miur e dalla Procura generale presso la Corte dei Conti il concorso che si propone di sensibilizzare i giovani sul tema del contrasto alle illiceità, realizzando una mappatura delle opere incompiute e quindi degli sprechi di denaro pubblico nel nostro Paese. Il concorso è rivolto agli studenti delle Istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado. Domande entro il 15 marzo.

Con nota 24 febbraio 2014 prot. n. 1142 il Miur trasmette il bando di concorso e la scheda di partecipazione.

Il Concorso nazionale “L'Italia Incompiuta” intende coinvolgere i giovani sul tema del contrasto alle illiceità in tutte le attività amministrative che comportino l'impiego di risorse finanziarie pubbliche attinte tramite il prelievo fiscale e finalizzate a realizzare opere destinate a soddisfare esigenze e bisogni della collettività nazionale e delle collettività locali o ad erogare servizi pubblici.

Gli studenti partecipanti, dopo aver ricercato e scelto un'opera incompiuta del loro territorio, sono chiamati a produrre elaborati idonei a documentare e rappresentare gli aspetti di cattiva gestione delle risorse finanziarie pubbliche, tratte dal prelievo fiscale insistente a carico delle collettività.

Gli UU.SS.RR. sono invitati a collaborare all'iniziativa valutando e selezionando gli elaborati a livello regionale, , e promuovendo in collaborazione con le Procure regionali attività e iniziative legate alle tematiche oggetto del Concorso.

Il concorso si pone i seguenti obiettivi:

  • individuare situazioni di spreco del danaro pubblico sub specie di mancata realizzazione di opere e manufatti;
  • ricercare le ragioni che hanno determinato detta mancata realizzazione anche evidenziando se l’opera abbia possibilità di recupero;
  • esprimere la presa di coscienza degli studenti in relazione alla cattiva gestione della cosa pubblica che ha determinato la situazione di spreco esaminata.

Si articola in due sezioni distinte:

  • sezione A: rivolta agli studenti degli istituti primari e secondari di primo grado
  • sezione B: rivolta agli studenti degli istituti secondari di secondo grado

I gruppi di studenti o le classi che intendono partecipare al concorso dovranno inviare via e-mail la scheda di partecipazione allegata al presente Bando (All. A), all’indirizzo dgstudente.direttoregenerale@istruzione.it entro e non oltre il 15 marzo 2014.

Ogni Istituzione scolastica potrà partecipare con un massimo di 3 elaborati.