09/05/2012 10:25

Tirocinio Formativo Attivo: chiarimenti del Miur

Il Miur ha pubblicato sul proprio sito internet un focus contenente importanti precisazioni relative al Tirocinio Formativo Attivo, in particolare per quanto riguarda i docenti con 36 mesi di servizio, laureati ma senza il possesso della prescritta abilitazione, e la  procedura per bandire un concorso a cattedre per abilitati.

 

Il Tirocinio Formativo Attivo sarà attivato indipendentemente dal diverso percorso abilitante previsto per i docenti con 36 mesi di servizio, laureati ma senza il possesso della prescritta abilitazione. Tali percorsi avranno tempi e modalità di espletamento diversi dai primi, dovendosi procedere ancora alla  stesura del provvedimento di istituzione e di individuazione degli aventi titolo, oltre all’acquisizione preventiva delle prescritte autorizzazioni e consensi. La procedura  per i docenti con 36 mesi di servizio sarà costituita da un percorso formativo e da un esame da sostenere e superare per conseguire l’abilitazione.

L’abilitazione che si consegue a seguito della frequenza del TFA o dei corsi di laurea in  Scienza della formazione primaria non comporta  l’automatica inclusione nelle graduatorie permanenti, ma rappresenta solo la conclusione del percorso di formazione iniziale dell’insegnante e costituisce il presupposto per la partecipazione alle procedure concorsuali.

È stata attivata la  procedura per bandire un concorso a cattedre per abilitati, limitatamente alle classi di concorso ed alle Regioni in cui vi siano posti effettivamente vacanti, che si svolgerà presumibilmente nell’a.s. 2012-2013. I posti disponibili per questo concorso corrisponderanno al 50% della totalità e saranno assegnati ai vincitori a partire dall’a.s. 2013-14.

Contemporaneamente si sta lavorando alla predisposizione del nuovo regolamento sul reclutamento, che entrerà in vigore dal 2013-14 e recepirà le nuove classi di concorso; subito dopo l’approvazione di quest’ultimo, presumibilmente nella primavera prossima, sarà bandito un nuovo concorso cui avranno accesso tutti gli abilitati, ivi compresi quelli del TFA.

La normalizzazione del sistema si avrà solo conservando le graduatorie ad esaurimento nella loro struttura attuale fino all’effettivo esaurimento e rispettando la ciclicità dei concorsi, le cui graduatorie avranno validità solo per il numero dei posti messi a concorso.

Leggi il Focus del Miur.