11/04/2013 09:15

Scuola in ospedale: risorse a.s. 2012-2013

Definiti i criteri e gli importi relativi all’assegnazione di risorse finanziarie (somma complessiva € 2.820.700,00) per la scuola in ospedale e l'istruzione domiciliare, per l'anno scolastico 2012-2013 (ex L. 440/1997).

 

A seguito della nuova modalità introdotta per l'assegnazione delle risorse per l'a.s. 2012/2013 (assegnazione diretta alle scuole polo e alle scuole con sezioni ospedaliere), il Miur ha definito i criteri sulla base dei quali attribuire a ciascuna sezione ospedaliera la quota parte del finanziamento definito per ciascun Ufficio Scolastico Regionale, come riportato nella Tabella A, allegata alla nota 9 aprile 2013 prot. n. 2322.

Nell'assegnazione delle risorse a ciascuna sezione ospedaliera, il primo criterio seguito è stato quello di tener conto del numero dei docenti in servizio nelle sezioni ospedaliere, ai quali attribuire l'importo di € 258,00 per ogni docente (con orario di cattedra) in organico, da inserire nel fondo per la retribuzione individuale di tali docenti.

Altro criterio seguito è stato quello di attribuire sia alle scuole polo regionali, sia alle scuole secondarie di 2° grado, titolari di reti di scuole, operanti presso centri ospedalieri di grandi dimensioni, una quota di risorse come fondo di riserva per il finanziamento di ore aggiuntive per le discipline d'indirizzo della scuola secondaria di 2° grado.

Si suggerisce ai Direttori Generali degli UU.SS.RR. di esaminare e verificare, in collaborazione con il Comitato Regionale per la scuola in ospedale e a domicilio, la coerenza ed efficacia della distribuzione effettuata, provvedendo, se necessario, ad apportare eventuali modifiche, entro e non oltre il termine dell'anno scolastico in corso.

Si raccomanda, infine, che le operazioni di analisi e verifica delle risorse attribuite alle singole scuole con sezioni ospedaliere siano definite e concluse entro e non oltre la prima decade di maggio.

Contestualmente, si invitano i Direttori Generali degli UU.SS.RR. a mettere in atto specifiche azioni di monitoraggio. La relazione di monitoraggio, accompagnata dalle consuete schede di rilevazione, sarà trasmessa entro e non oltre il 31 agosto 2013.