02/04/2013 10:55

Adozione libri di testo: il decreto

Libri in versione digitale o mista per le classi prima e quarta della scuola primaria, prima della scuola secondaria di primo grado, prima e terza della scuola secondaria di secondo grado. Confermati i prezzi di copertina del precedente anno scolastico e definite le riduzioni dei tetti di spesa per le classi interessate dalle nuove adozioni.

Il decreto 26 marzo 2013 prot. n. 209 stabilisce che per l'anno scolastico 2014-2015 il collegio dei docenti è tenuto ad effettuare le nuove adozioni dei libri nella versione digitale o mista, per le classi prima e quarta della scuola primaria, per la prima classe della scuola secondaria di primo grado e per la prima e terza classe della scuola secondaria di secondo grado, la cui consultazione è resa disponibile su una piattaforma, messa a disposizione dal ministero. Limitatamente agli anni scolastici 2014/2015 e 2015/2016 per la prima e terza classe della scuola secondaria di secondo grado, il collegio dei docenti può eventualmente confermare le adozioni dei testi già in uso.

Per l'anno scolastico 2014-2015 sono confermati i prezzi di copertina dei libri di testo per la scuola primaria definiti per l'anno scolastico 2013-2014, eventualmente incrementati del tasso di inflazione programmato per l'anno 2014

I tetti di spesa, entro cui il Collegio dei docenti è tenuto a mantenere il Costo dell'intera dotazione libraria della prima classe della scuola secondaria di primo grado e della prima e terza classe della secondaria di secondo grado, subiscono le seguenti riduzioni, rispetto ai tetti di spesa definiti per le adozioni relative all'anno scolastico 2013-2014, eventualmente adeguati al tasso di inflazione programmata per l'anno 2014:

  • nel caso in cui l'intera dotazione libraria sia composta esclusivamente da libri in versione digitale i tetti di spesa sono ridotti del 30%;
  • in tutti gli altri casi, i tetti di spesa sono ridotti del 20%.

Eventuali incrementi degli importi indicati devono essere contenuti entro il limite massimo del 10  per cento. In tal caso le relative delibere di adozione dei testi scolastici devono essere  adeguatamente motivate da parte del Collegio dei docenti e approvate dal Consiglio di istituto.

Per le rimanenti classi, restano validi i tetti di spesa già definiti per le adozioni relative all'anno scolastico 2013-2014, eventualmente adeguati al tasso di inflazione programmata per l'anno 2014.

Le caratteristiche tecniche dei libri di testo nella versione cartacea e digitale, nonché i criteri per ottimizzare l'integrazione tra i libri in versione digitale, mista e cartacea, tenuto conto delle specifiche esigenze didattiche, sono contenute in allegato al suddetto decreto.