09/07/2010 09:45

Graduatorie ad esaurimento: il Miur pubblica l'Osservatorio 2009

A tre anni dalla costituzione delle graduatorie ad esaurimento (legge 296/2006), il Miur ha pubblicato l'“Osservatorio Graduatorie 2009”, col quale fa il punto su come stia evolvendo la situazione relativa all’assorbimento dei candidati, in vista della realizzazione di un nuovo sistema di reclutamento.

A tre anni dalla costituzione delle graduatorie ad esaurimento (legge 296/2006), il Miur ha pubblicato l'“Osservatorio Graduatorie 2009”, col quale fa il punto su come stia evolvendo la situazione relativa all’assorbimento dei candidati presenti nelle graduatorie, in vista della realizzazione di un nuovo sistema di reclutamento.

I dati aggiornati al 2009 mostrano alcuni primi risultati del processo di razionalizzazione avviato.

L’obiettivo del legislatore di un completo assorbimento degli aspiranti, che avevano maturato legittime aspettative verso l’attività di insegnamento, richiede però t

Tra i risultati più significativi si evidenzia la consistente riduzione di 40.000 unità tra i presenti nelle graduatorie rispetto al picco raggiunto nel 2007; tale riduzione ha riguardato tanto gli inclusi a pieno titolo, quanto gli inclusi con riserva.

È proseguito inoltre il processo di specializzazione dei futuri docenti, con una più elevata incidenza dei candidati provvisti di laurea in scienze della formazione primaria o della specializzazione post-laurea per l’insegnamento nella secondaria.

I dati confermano alcune caratteristiche strutturali che da tempo contraddistinguono le graduatorie:

- l’elevata età media degli iscritti (38 anni);

- l’alto grado di femminilizzazione della categoria (83% del totale);

- un interesse all’insegnamento proveniente principalmente dalle aree meridionali del paese (il 65% degli aspiranti risulta nato nelle regioni del sud).

L’analisi della situazione delle graduatorie e le stime sul loro evolversi evidenziano una forte prevalenza di graduatorie che richiederanno per il loro esaurimento tempi non brevi, legati anche alle specifiche situazioni delle graduatorie a livello locale.

Si manifestano tuttavia segni di carenza di insegnanti per alcuni insegnamenti e in alcune aree geografiche: in particolare le stime prospettano, già nel breve periodo, difficoltà a trovare docenti per alcuni insegnamenti tecnico-scientifici, e per altri settori disciplinari nelle zone del centro-nord; infine nell’arco di un triennio le graduatorie della scuola primaria saranno esaurite in 27 province su 100.