20/11/2013 11:45

Prove Invalsi a.s. 2013/14

Con una nota inviata ai dirigenti scolastici l’Invalsi ha fornito un quadro informativo complessivo sulle rilevazioni periodiche degli apprendimenti. In particolare: date e modalità di svolgimento; restituzione dei risultati; sviluppo di medio termine delle rilevazioni. Le scuole devono procedere all’iscrizione via web entro il 13 dicembre.

Con nota 18 novembre 2013 prot. n. 12537 l’Invalsi comunica che le prove si svolgeranno a maggio 2014 nelle classi II primaria, V primaria e II secondaria di secondo grado; nella III secondaria di primo grado la rilevazione sugli apprendimenti verrà invece condotta in giugno, all'interno dell'esame conclusivo del I ciclo. Per il presente anno scolastico, le prove della seconda secondaria di secondo grado rimangono ancora indifferenziate rispetto ai macro-indirizzi di studio, ma sono già in corso le azioni necessarie per giungere, a partire dal 2015, a una parziale differenziazione delle prove stesse in funzione delle diverse tipologie di scuola.

La misurazione degli apprendimenti va effettuata obbligatoriamente per tutte le classi dei predetti livelli scolastici, con la sola eccezione delle classi dei corsi serali e di quelle operanti nell'ambito dell'educazione degli adulti.

La partecipazione alle prove prevede l'iscrizione via web dalle ore 15.00 del 26 novembre su una pagina dedicata all'interno del sito dell’INVALSI (http://www.invalsi.it/areaprove/). Le funzioni rimarranno aperte fino alle ore 16.30 del 13 dicembre 2013.

Nel medesimo periodo di tempo andranno iscritte anche le classi terze della scuola secondaria di primo grado (Prova nazionale), con la possibilità di apportare in seguito eventuali modifiche dovute all'iscrizione di candidati esterni per l'esame di Stato conclusivo del primo ciclo d'istruzione.

Entro l'11 aprile 2014 l'INVALSI renderà disponibile materiale di supporto (protocollo di somministrazione, manuale del somministratore, manuale per la correzione delle prove).

Entro il 24 aprile 2014 le scuole riceveranno le prove da somministrare.

Questo il calendario delle rilevazioni:

6 maggio 2014

  • II primaria: prova preliminare di lettura (prova scritta a tempo della durata di due minuti per testare la capacità di lettura/decodifica raggiunta da ciascun allievo) e prova di Italiano;
  • V primaria: prova di Italiano.

7 maggio 2014

  • II primaria: prova di Matematica;
  • V primaria: prova di Matematica e Questionario studente.

13 maggio 2014

  • II secondaria di secondo grado: prova di Italiano, di Matematica e Questionario studente.

19 giugno 2014

  • III secondaria di primo grado: rilevazione sugli apprendimenti (Prova nazionale), condotta all'interno dell'esame conclusivo del I ciclo


L'invio dei risultati all’INVALSI avverrà esclusivamente per via elettronica, adoperando un'apposita maschera di caricamento degli stessi. Per un campione di classi tale operazione, così come la correzione, avverrà a cura degli osservatori esterni presenti alle prove; per tutte le altre, le scuole, oltre a provvedere direttamente alla correzione delle prove, dovranno curare la trasmissione dei connessi risultati.

L’INVALSI ha il compito di effettuare le rilevazioni necessarie per la valutazione del valore aggiunto realizzato dalle scuole: a tali fini è necessario considerare il possibile peso dei fattori del contesto socio-economico-culturale e degli atteggiamenti e motivazioni degli studenti medesimi. Le informazioni relative a questi fattori vengono acquisite dall'INVALSI in forma anonimizzata, con la collaborazione delle scuole: alle segreterie viene richiesto di raccogliere e inserire in apposite maschere elettroniche una serie di informazioni sugli studenti; agli studenti, a partire dalla classe V primaria, viene richiesto inoltre di compilare un questionario afferente ai seguenti ambiti: contesto familiare, attività dello studente, benessere a scuola, cognizioni riferite al sé, motivazioni e impegno nello studio. Sarà cura dell’INVALSI definire modalità di raccolta di tali informazioni che solo a mezzo di opportuni codici e senza quindi consentire l'individuazione del singolo alunno, possano consentirne l'abbinamento, necessario a fini analitici, coi risultati sugli apprendimenti.

Ulteriori novità riguardano i percorsi scolastici della primaria e della secondaria di primo grado e interverranno nei prossimi mesi:

  • in via sperimentale verranno, infatti, restituiti alle scuole secondarie di primo grado i risultati conseguiti nella prova di V primaria, sostenuta a maggio 2013, dai loro attuali allievi che, nell'anno scolastico in corso, stiano frequentando la I secondaria di primo grado.
  • per quelle situazioni per cui l'abbinamento tra rilevazioni condotte durante l'anno scolastico 2011-12 e l'anno scolastico 2012-13 sia funzionante, sempre in via sperimentale, verranno anche fornite alle scuole secondarie di primo grado le prime stime in termini di valore aggiunto dei loro risultati - ossia, una stima dei risultati delle I secondarie di primo grado 2012-13 che tenga conto del punto di partenza dei loro alunni, per come misurato dalle prove condotte in V primaria nell'a.s. 2011-12 da quegli alunni.
  • specularmente, le scuole primarie riceveranno i risultati raggiunti dai loro ex allievi (dell'anno scolastico 2011-12) nelle prove svolte in I secondaria di primo grado nell'anno scolastico 2012-13.

Le attività e le sperimentazioni già prima descritte verranno portate a termine e generalizzate negli anni successivi. In particolare, si segnala l'estensione progressiva a tutte le classi in cui si svolgono le prove dei risultati ancorati diacronicamente e valutati in termine di valore aggiunto.

Sempre a partire dall'anno scolastico 2014-15 dovrebbe inoltre entrare a regime la rilevazione nella V secondaria di secondo grado, in relazione alla quale l'INVALSI sta continuando il percorso per la definizione di prove universali da condurre su computer e programmate per il gennaio-febbraio del 2015.