07/05/2014 10:40

Esame di Stato 2014: istruzioni operative

Con l’approssimarsi degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore, il Miur ha illustrato gli adempimenti di carattere organizzativo e operativo finalizzati al regolare svolgimento delle operazioni di esame. Entro il 23 maggio è necessario provvedere all nomina dei referenti di sede per la gestione del plico telematico.

La nota 6 maggio 2014  prot. n. 2946 richiama le incombenze più rilevanti e delicate delle quali gli UU.SS.RR. e i Dirigenti scolastici degli istituti statali e paritari dovranno farsi carico per la parte di rispettiva competenza.

Tra esse particolare riguardo merita la scrupolosa osservanza delle disposizioni relative alle modalità di invio tramite il cosiddetto plico telematico delle tracce delle prove scritte degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di II grado.

In particolare la nota si sofferma sui seguenti aspetti:

  • utilizzare locali pienamente idonei allo svolgimento degli esami, procurando che gli stessi, oltre che praticabili sotto il profilo della sicurezza, dell’agibilità e dell’igiene, si presentino dignitosi e accoglienti e offrano un’immagine della Scuola decorosa e consona alla particolare circostanza.
  • invitare gli uffici di segreteria a preparare, con ragionevole anticipo, gli atti, i documenti, gli stampati e il materiale di cancelleria occorrenti alle Commissioni per l’espletamento del loro mandato;
  • avvertire tempestivamente i candidati che è assolutamente vietato, nei giorni delle prove scritte, utilizzare a scuola telefoni cellulari di qualsiasi tipo (comprese le apparecchiature in grado di inviare fotografie e immagini), nonché dispositivi a luce infrarossa o ultravioletta di ogni genere, e che nei confronti di coloro che fossero sorpresi ad utilizzarli è prevista, secondo le norme vigenti in materia di pubblici esami, la esclusione da tutte le prove. È inoltre vietato l’uso di apparecchiature elettroniche portatili di tipo “palmare” o personal computer portatili di qualsiasi genere, in grado di collegarsi all’esterno degli edifici scolastici tramite connessioni “wireless”, comunemente diffusi nelle scuole, o alla normale rete telefonica con qualsiasi protocollo.

Per quanto riguarda i candidati che svolgono l’esame presso sezioni carcerarie e ospedaliere (ovvero presso il proprio domicilio), eventuali richieste di “plico cartaceo” saranno indirizzate, in via eccezionale, dai competenti Uffici scolastici regionali o dalle loro articolazioni territoriali alla Struttura Tecnica Esami di Stato. Le prove in formato Braille e tutte le altre che non sarà comunque possibile inviare con la modalità del Plico Telematico dovranno essere ritirate nei locali dell’Amministrazione Centrale con modalità che saranno successivamente rese note.

La nota 24 aprile 2014, prot. n. 1067 richiama le informazioni e le istruzioni operative inerenti la trasmissione delle prove d'esame.

Affinché il Plico telematico possa essere fruito nei modi e nei tempi stabiliti, si richiede che ogni istituzione scolastica, che sia sede di una o più commissioni e/o di una o più classi commissioni, individui e comunichi al Miur, tramite il sistema informativo (SIDI), tanti referenti di sede (referente Plico telematico) quante sono le sedi scolastiche, facenti capo all'istituzione scolastica, in cui si svolgono fisicamente gli esami.

È necessario provvedere alla nomina dei referenti improrogabilmente entro il giorno 23 maggio 2014.