30/04/2014 09:25

Monitoraggio divieto di fumo nelle scuole

Il Ministero della Salute ha promosso uno studio multi-regionale per valutare l’impatto delle recenti normative (D.L. n. 104/2013) e acquisire dati oggettivi sulla frequenza di fumo negli spazi interni ed esterni di pertinenza degli istituti scolastici. Il monitoraggio è da realizzarsi in un campione di scuole di II grado, mediante un’intervista ai dirigenti scolastici e un’osservazione degli ambiente da parte di operatori sanitari.

 

In attuazione del programma interministeriale "Guadagnare Salute: rendere facili le scelte salutari", finalizzato alla prevenzione delle malattie croniche, e nell'ambito del Protocollo d'Intesa del 5 gennaio 2007 tra il Ministero della Salute e il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il Ministero della Salute ha affidato al Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), il coordinamento del progetto "Monitoraggio degli effetti della Legge 3/2003 e del Decreto Legge 104/2013 convertito con modifiche nella Legge 8 novembre 2013, n. 128 (in G.U. 11/11/2013, n. 264) – Divieto di fumo per la tutela della salute nelle Scuole".

In considerazione del valore di tale iniziativa, con nota 18 aprile 2014 prot. n. 2526 il Miur trasmette il documento di presentazione redatto dal Ministero della Salute (nota 3 aprile 2014 prot. n. 307), con preghiera di darne informazione agli Istituti scolastici del territorio.

Il decreto legge, che vieta di fumare in tutte le aree all’aperto di pertinenza degli istituti scolastici (parcheggi, porticati, giardini, impianti sportivi) con un’estensione del divieto anche alle sigarette elettroniche, costituisce un ulteriore sviluppo verso una scuola libera dal fumo di tabacco.

Al fine di acquisire dati oggettivi sulla frequenza di fumo negli spazi interni e in quelli esterni di pertinenza degli istituti scolastici e valutare l’impatto delle recenti normative, il Ministero della Salute ha promosso lo studio multi regionale in oggetto, da realizzarsi in un campione di scuole di secondo grado, mediante un’intervista rivolta ai dirigenti scolastici e un’osservazione dell’ambiente interno ed esterno alla scuola da parte di operatori sanitari.

L’indagine ha l’obiettivo sia di rilevare la pratica del fumo in ambito scolastico, sia di realizzare iniziative di comunicazione per la diffusione delle informazioni e la crescita della consapevolezza del rischio connesso al tabagismo nell’ottica della promozione della salute.

Elemento fondamentale per la riuscita complessiva delle attività sopra esposte, da condursi nel corrente anno scolastico, è la collaborazione dei Dirigenti, dei Docenti e del Personale scolastico.

I risultati che emergeranno dall’indagine saranno condivisi anche a sostegno di interventi di prevenzione opportunamente studiati e diretti a target specifici.