30/11/2012 10:17

Sostegno occupazione, IFP e apprendistato: risorse regionali

Con tre distinti decreti direttoriali il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha reso note le ripartizioni regionali per l’anno 2012 delle risorse destinate al sostegno dell’occupazione, al finanziamento dei percorsi finalizzati all'assolvimento del diritto-dovere nell'istruzione e nella formazione professionale, nonché delle attività formative nell’esercizio dell’apprendistato.

 

Sostegno occupazione (D.D.G. 26 ottobre 2012 n. 829)

Allo scopo di sostenere le iniziative a favore dei lavoratori per aggiornare e accrescere le loro competenze a favore delle imprese per svilupparne la competitività, nel rispetto delle norme indicate in premessa vengono ripartite tra le Regioni risorse pari a 100.000.000,00 euro per l’annualità 2012.

Le Regioni ripartiscono le risorse, con priorità per i lavoratori delle piccole e medie imprese, come di seguito indicato:

  • Piani formativi di carattere aziendale, territoriale e settoriale;

  • Misure di sostegno al reddito per lavoratori disoccupati o a rischio di esclusione dal mercato del lavoro;

  • Voucher individuali con priorità per le seguenti categorie: lavoratori di qualsiasi impresa privata con età superiore ai 45 anni; lavoratori di qualsiasi impresa privata in possesso del solo titolo di licenza elementare o d'istruzione obbligatoria; giovani disoccupati con contratto di lavoro non rinnovato alla data del 31.12.11 per il reinserimento in azienda e il sostegno al reddito;

  • Interventi di formazione continua a supporto dello sviluppo dell'autoimprenditorialità;

  • Azioni e interventi volti al ricollocamento dei lavoratori percettori di ammortizzatori sociali nel periodo 2010-2012;

Le attività formative previste dagli interventi di cui sopra potranno essere svolte, preferibilmente, in azienda.

 

Percorsi di istruzione e formazione professionale (D.D.G. 5 novembre 2012, n. 871)

Con riferimento all'annualità 2012, sono destinati euro 189.109.570,00 al finanziamento dei percorsi finalizzati all'assolvimento del diritto dovere nell'istruzione e formazione professionale.

Le risorse vengono ripartite per l’80% sulla base degli iscritti presso i Centri di Formazione Professionale (CFP) e il 20% sulla base degli iscritti a scuola, entrambi calcolati sulla media del triennio 2009-2011.

Allo scopo di monitorare l'avanzamento dei percorsi, ciascuna Regione e Provincia Autonoma predispone un rapporto annuale di attuazione elaborato secondo le linee guida fissate dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in collaborazione con l'ISFOL, da inviare allo stesso Ministero entro il 30 giugno 2013.

 

Apprendistato (D.D.G. 31 ottobre 2012 n. 854)

Con riferimento all'annualità 2012 sono destinati euro 100.000.000,00 per il finanziamento delle attività di formazione nell'esercizio dell'apprendistato, di cui il 50 per cento destinato prioritariamente alla tipologia di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere.

Le risorse vengono ripartite tra le regioni e le province autonome di Bolzano e Trento per il 65% sulla base degli apprendisti assunti e per il 35% sulla base degli apprendisti formati, entrambi calcolati sulla media nel triennio 2009-2011 e prevedendo un limite minimo di euro 516.000,00 per ciascuna Amministrazione.

Allo scopo di monitorare l'avanzamento delle attività formative nell'esercizio dell'apprendistato, ciascuna regione e provincia autonoma predispone un rapporto annuale di attuazione, elaborato secondo le linee guida fissate dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali in collaborazione con l'ISFOL da inviare allo stesso Ministero entro il 30 giugno 2013.