22/05/2013 09:40

Prove orali concorso docenti: ulteriori indicazioni

Il Miur ha fornito ulteriori istruzioni in merito allo svolgimento delle prove orali del concorso per il reclutamento di personale docente, in particolare per quanto riguarda le prove distinte per ambiti disciplinari, la conversazione in lingua straniera e l’accertamento della conoscenza delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Con nota 21 maggio 2013 prot. n. 4989 il Miur ha fornito ulteriori istruzioni in merito allo svolgimento delle prove orali del concorso per il reclutamento di personale docente. In particolare:

 

Ambiti disciplinari

La prova orale, che ha per oggetto le discipline di insegnamento, si svolge distintamente per ciascun posto o classe di concorso. Ciò vale anche per gli ambiti disciplinari, a meno che il superamento della prova relativa a una classe di concorso  non sia condizione necessaria per essere ammessi a sostenere l'orale di altra classe di concorso ricompresa negli stessi ambiti (ad es.: prova di italiano, storia, geografia ed educazione civica per gli ambiti 4 e 9). Fuori da quest'ultima ipotesi, i candidati devono sostenere separatamente le prove orali previste per ciascuna classe di concorso dell'ambito (ad es., per l'ambito 7, la prova orale comune di filosofia deve essere sostenuta sia per l'A036 che per l'A037).

 

Lingua straniera

Secondo quanto previsto dal bando la prova orale deve valutare la capacità di conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato. Nel caso in cui per lo stesso ambito debbano essere sostenute più prove orali (ad es: ambiti 8 e 9), l’esame di lingua straniera può essere sostenuto solo una volta. In particolare, per l’Ambito 9, sarebbe auspicabile nel corso della prima prova (Ambito 4), in quanto comune e propedeutica.

L'accertamento della conoscenza della lingua inglese è parte integrante della prova orale per i candidati ai posti di scuola primaria. Pertanto, tale accertamento assorbe quello relativo alla capacità di conversazione nella lingua straniera prescelta dal candidato, richiesto per tutte le altre procedure concorsuali.

 

Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)

L’accertamento di tali conoscenze potrà scaturire sia implicitamente, nel caso in cui il candidato, nella presentazione della lezione simulata, dimostri di sapersi servire in modo appropriato di tali tecnologie, sia esplicitamente con richieste mirate a verificare il possesso di tali competenze sollecitando il candidato ad utilizzare concretamente il computer per acquisire informazioni o per sviluppare materiali didattici particolarmente efficaci.