10/10/2014 10:55

Expo 2015: le iniziative per gli studenti

Due bandi di concorso, una piattaforma web, gemellaggi e gare on line tra le scuole iscritte, un progetto di educazione alimentare: il 6 ottobre i ministri Giannini e Martina hanno presentato al Miur le iniziative della scuola per Expo 2015. Per promuovere il diritto ad un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta e l’insegnamento della cultura alimentare fin da piccoli.

I progetti della scuola per l’Expo sono “un esempio di buona scuola che esiste già - ha sottolineato il Ministro Stefania Giannini con riferimento al titolo del Piano del governo per la scuola -. Due milioni di euro è il contributo finanziario arrivato da viale Trastevere per queste iniziative. Sono il punto di partenza affinché anche la cultura alimentare venga insegnata fin da piccoli. Stiamo mobilitando 2 milioni di studenti per l’Expo 2015”.

Due bandi di concorso: “La scuola per Expo 2015”, che punta a valorizzare l’ideazione e la realizzazione di elaborati basati sull’utilizzo delle tecnologie digitali su temi che vanno dal diritto ad un’alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutto il pianeta alle scienze e tecnologie per la sicurezza e la qualità alimentare; “Together in Expo 2015”, che punta al coinvolgimento attivo e all’incontro degli studenti attraverso la realizzazione di scambi e gemellaggi tra le scuole italiane con quelle internazionali.

La Piattaforma multimediale “Together in Expo 2015” (www.togetherinexpo2015.it) è on line dal 2 di ottobre e punta a far incontrare e comunicare fra di loro le scuole italiane e estere che condivideranno i progetti realizzati insieme. La piattaforma è a forte impronta social, è in lingua italiana, inglese e francese, e presenta materiali didattici e contributi di esperti attraverso video, infografiche e documenti interattivi. Le scuole potranno confrontarsi fra loro, conoscere i rispettivi contesti agroalimentari, sviluppare insieme idee e progetti da presentare nel 2015 a Milano.

Miur e Mipaaf, con il supporto del Dipartimento di Medicina sperimentale della Sapienza Università di Roma, hanno promosso poi un progetto di educazione alimentare 2.0 rivolto a tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado, che potranno avvalersi di un’applicazione, con contenuti divisi per fasce di età, che ha l’obiettivo di fornire agli studenti le informazioni necessarie per un corretto stile di vita, attraverso giochi, filmati, animazioni e curiosità.