17/03/2014 10:10

Assunzioni personale ATA a.s. 2013/14

Autorizzate 3.730 immissioni in ruolo di personale A.T.A, con decorrenza giuridica dall’a.s. 2013/14 e decorrenza economica dal 1° settembre 2014: la tabella con la ripartizione dei posti per provincia e profilo professionale.

 

In attesa del DM, in corso di emanazione, con nota 14 marzo 2014 prot. n. 2420 il Miur ha diramato la tabella analitica che evidenzia, per ciascuna provincia e profilo professionale, la ripartizione delle 3.730 assunzioni a tempo indeterminato.

Prima di effettuare le nomine, si dovrà provvedere all’assegnazione nei profili del personale ATA  del personale docente inidoneo che ne ha fatto richiesta. Successivamente, si darà corso alle nomine del personale beneficiario dei contratti a tempo indeterminato, utilizzando esclusivamente  le graduatorie vigenti nell’a.s. 2013/2014. Sia il personale docente inidoneo transitato nei profili ATA che il personale nominato attingendo dalle graduatorie otterrà la sede di titolarità partecipando alle operazioni di mobilità per l’a.s. 2014/15.

Il numero di contratti a tempo indeterminato resta comunque subordinato alla  disponibilità del corrispondente numero di posti nell’organico di diritto provinciale per l’anno scolastico 2013/14, dopo l’effettuazione dei movimenti relativi a tale anno e al termine delle operazioni di nomina in ruolo previste per il 2013/14.

Per permettere l’utilizzo di eventuali aspiranti ancora presenti in altre graduatorie ancora non esaurite o per sanare eventuali contenziosi in essere,  è  stato assegnato, solo nelle regioni dove il numero delle disponibilità è complessivamente superiore a quello dell’esubero, un apposito contingente per la nomina dei DSGA. In caso di assenza di aspiranti in graduatoria, i posti assegnati per il profilo dei DSGA non dovranno essere in alcun modo utilizzati in attesa di indicazioni sulla loro futura destinazione.

Possono essere effettuate compensazioni a livello provinciale fra i vari profili professionali della medesima area professionale o in subordine in altra area professionale, nel caso in cui non possano essere disposte nel profilo professionale interessato tutte le assunzioni autorizzate per assenza di graduatorie concorsuali o per avvenute coperture di tutte le disponibilità.