Tu sei qui: Home News 2015 gennaio Fondi per la mobilità degli studenti
Fondi per la mobilità degli studenti News    

Fondi per la mobilità degli studenti

Determinati i fondi da ripartire tra gli atenei per la mobilità internazionale degli studenti, per l'incentivazione delle attività di tutorato e delle attività didattico-integrative, propedeutiche e di recupero, per favorire l’iscrizione a corsi di studio inerenti ad aree disciplinari di particolare interesse nazionale e comunitario, nonché per il Piano nazionale lauree scientifiche.

Con decreto 29 dicembre 2014 n. 976 il Miur determina le risorse per il perseguimento dei seguenti obiettivi:

  • sostegno alla mobilità internazionale degli studenti, anche nell'ambito del programma di mobilità dell'Unione europea Socrates-Erasmus, mediante l'erogazione di borse di  studio integrative;
  • assegnazione agli studenti capaci e meritevoli, iscritti ai corsi  di  laurea  (magistrale),  delle scuole di specializzazione per  le professioni forensi, … e ai corsi di dottorato di ricerca, di assegni per l'incentivazione delle attività di tutorato, nonché per le attività didattico-integrative, propedeutiche e di recupero";
  • incentivazione per le iscrizioni a corsi di studio inerenti ad aree disciplinari di particolare interesse nazionale e comunitario.

Alla mobilità internazionale degli studenti è destinato rispettivamente il 75% delle risorse del FGMS annualmente attribuibili alle Università statali e il 100% delle risorse del FGMS annualmente attribuibili alle Università non statali legalmente riconosciute.

Al tutorato e ad attività didattiche integrative, propedeutiche e di recupero è destinato il 15% delle risorse del FGMS annualmente attribuibili alle Università statali.

Alle aree disciplinari di particolare interesse comunitario è destinato il 10% delle risorse del FGMS annualmente attribuibili alle Università statali.

Il decreto definisce altresì l’attribuzione delle risorse per il sostegno del Piano nazionale lauree scientifiche 2014-2016.

Le disposizioni di cui al suddetto decreto si intendono riferite al triennio 2014-2016 e sono confermate anche per gli anni successivi fino all'emanazione del decreto di modifica delle medesime.

L'ammontare delle risorse complessive del FGMS è stabilito annualmente nell'ambito dei decreti ministeriali che fissano i criteri per la ripartizione rispettivamente del Fondo per il finanziamento ordinario delle università statali  e del contributo statale alle università non statali legalmente riconosciute.

    13/01/2015 10:37