30/06/2014 09:27

Assegno nucleo familiare: la circolare MEF

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha trasmesso le tabelle, già diramate dall'Inps, contenenti i nuovi livelli reddituali rivalutati a decorrere dal 1° luglio 2014, unitamente al modello di domanda per la corresponsione dell’assegno per il nucleo familiare.

 

La normativa vigente in materia di assegno per il nucleo familiare prevede la rivalutazione annua dei livelli di reddito familiare e delle relative maggiorazioni in misura pari alla variazione percentuale dell'indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai ed impiegati intervenuta tra l'anno di riferimento dei redditi per la corresponsione dell'assegno e l'anno immediatamente precedente.

La suddetta variazione percentuale rilevata dall'ISTAT, da considerare ai fini della rivalutazione dal 1° luglio 2014, è risultata pari all’1,1 per cento.

L'Inps, con circolare 11 giugno 2014 n. 76, ha già diramato le tabelle aggiornate con i nuovi limiti di reddito familiare da considerare, sulla base del reddito conseguito nel 2013, ai fini della corresponsione dell'assegno per il nucleo familiare per il periodo 1° luglio 2014 - 30 giugno 2015.

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, con circolare 19 giugno 2014 n. 20 ritrasmette tali tabelle, unitamente alla modulistica per la richiesta dell'assegno.

Si ricorda che, con l’istituzione dell’IMU nell’anno 2012, i redditi dominicali dei terreni non affittati e quelli dei fabbricati non locati non sono più ricompresi tra i redditi soggetti ad IRPEF ma, mantenendo la loro natura reddituale, vanno comunque considerati nel reddito familiare complessivo, desumendo il relativo importo dai righi 147 e 148 del mod.730-3 e dal rigo RN50, colonne 1 e 2, del mod. Unico.