12/06/2014 10:34

Accordi su scatti di anzianità e posizioni economiche ATA

Nella giornata di ieri, 11 giungo 2014, si è conclusa all’Aran la trattativa Miur-sindacati per il ripristino degli scatti di anzianità maturati nel 2012 e delle posizioni economiche maturate nell’ultimo triennio. Soddisfazione da parte del ministro Giannini, che esprime però l’urgenza di integrare il Fondo per il M.O.F., utilizzato in parte per coprire gli scatti.

La trattativa si è conclusa con la stipula di due Ipotesi di CCNL, inerenti rispettivamente la copertura degli scatti del personale docente relativi al 2012 e delle posizioni economiche del personale Ata.

Il segretario generale Cisl Scuola Francesco Scrima ha sottolineato l’importanza dei risultati raggiunti: “Avevamo come obiettivo prioritario la tutela del salario fondamentale e lo abbiamo conseguito nell’unico modo oggi possibile, assumendoci ancora una volta la responsabilità delle scelte necessarie”.

L’accordo sugli scatti ha visto la mancata firma da parte della FLC-CGIL, “che denuncia l’insostenibilità per le scuole di un taglio del Mof di 680 milioni di euro per gli anni 2013 e 2014 e di 350 milioni di euro a partire dal 2015”.

Il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Stefania Giannini ha dichiarato: “Con l’accordo siglato oggi si scongiura definitivamente la possibilità che il personale debba restituire, a causa di un pasticcio burocratico ereditato dal passato, somme già percepite. Il governo ha dunque mantenuto uno dei primi impegni presi dopo il suo insediamento. Ora dobbiamo lavorare per integrare il Fondo per il Miglioramento dell’Offerta Formativa in parte utilizzato proprio per coprire gli scatti”.