09/08/2013 10:45

Assunzioni a tempo indeterminato personale ata

Il Miur, con nota prot. n. 8004 del 2 agosto 2013, ha comunicato che sono state autorizzate n. 5.336 unità di assunzioni in ruolo di personale A.T.A. con decorrenza giuridica a.s. 2012/13 e decorrenza economica a.s .2013/14.

In allegato alla nota sono riportate  le tabelle analitiche (allegato n. 1) che evidenziano, per ciascuna provincia e profilo professionale interessato, la ripartizione del numero massimo di assunzioni da effettuare. Il numero di contratti a tempo indeterminato resta comunque subordinato alla effettiva vacanza e disponibilità del corrispondente numero di posti nell’organico di diritto provinciale per l’anno scolastico 2013/14, dopo l’effettuazione dei movimenti relativi a tale anno.

La categorie di personale sono le seguenti: cuochi, addetti alle aziende agrarie, collaboratori scolastici, guardarobieri ed infermieri.

Si evidenzia che, per quanto disposto dalla L. n. 135 del 7/8/2012 , non vengono disposte nomine in ruolo per i profili di assistente amministrativo ed assistente tecnico, né per il profilo dei DSGA in presenza, a livello nazionale, di un esubero superiore ai posti vacanti.

I soggetti destinatari dei contratti a tempo indeterminato vanno individuati utilizzando le graduatorie vigenti nell’a.s. 2012/2013.

Possono essere effettuate compensazioni a livello provinciale fra i vari profili professionali della medesima area professionale o in subordine in altra area professionale, nel caso in cui non possano essere disposte nel profilo professionale interessato tutte le assunzioni autorizzate per assenza di graduatorie concorsuali o per avvenute coperture di tutte le disponibilità. E’ possibile stipulare, ricorrendone i requisiti e le condizioni, contratti in regime di part-time ai sensi dell’art.73 del decreto legge 112 del 25 giugno 2008.

Tutte le operazioni devono essere concluse entro il 31 agosto p.v..

Assegnazione della sede di servizio

Ai neo immessi in ruolo  verrà assegnata una sede di servizio  provvisoria per l’a.s. 2013/14 utilizzando i posti disponibili sino alla conclusione dell’anno scolastico, dopo aver terminato le operazioni di utilizzazione e assegnazione provvisoria in ambito provinciale.  Il predetto personale, contestualmente alla stipula del contatto, potrà produrre istanza di assegnazione provvisoria interprovinciale.

La sede definitiva viene attribuita secondo i criteri e le modalità da determinare con il contratto sulla mobilità, relativo all’anno scolastico 2014/2015.

La sede provvisoria è assegnata prioritariamente al personale che si trovi nelle condizioni previste dall’art. 21 e dall’art. 33, commi 5,6 e 7 della legge 104/1992.

La precedenza viene riconosciuta alle condizioni previste dal C.C.N.I. , relativo alla mobilità del personale di ruolo per l’ a.s. 2012/13.

Successivamente la sede provvisoria è assegnate nell’ordine:

a) i candidati utilmente collocati nelle graduatorie provinciali permanenti di cui all’art. 554 del D.Lvo. n. 297/1994;

b) il personale assunto ai sensi della legge 12.3.1999, n. 68 e non rientrante nell’art. 21 e nell’art. 33, comma 6 della citata legge 104/92.

Raffaele Manzoni