03/09/2010 10:40

Elenchi prioritari per le supplenze: modelli di domanda

Il Miur attraverso la nota prot. 7837 del 31 agosto 2010 ha diffuso i modelli che il personale docente, educativo ed ATA deve utilizzare per presentare, dal 15 al 30 settembre, domanda per l’inclusione negli elenchi prioritari per le, con le modalità indicate nel decreto n. 68 del 30 luglio 2010.

Il Miur attraverso la nota prot. 7837 del 31 agosto 2010 ha diffuso i modelli di domanda che il personale docente, educativo ed ATA deve utilizzare per presentare, dal 15 al 30 settembre, domanda per l’inclusione negli elenchi finalizzati a fruire della priorità nel conferimento delle supplenze attraverso l’utilizzo delle graduatorie d’istituto, con termini e le modalità indicate nel decreto n. 68 del 30 luglio 2010.

 

Personale destinatario

Ha titolo all’inserimento negli elenchi prioritari:

  • Il personale docente ed educativo inserito a pieno titolo nell’a.s. 2010/2011 nelle graduatorie provinciali ad esaurimento;

  • Il personale ATA inserito a pieno titolo per l’a.s. 2010/11 nelle graduatorie provinciali permanenti e negli elenchi ad esaurimento di cui al D.M. 75/2001.

 

Requisiti e condizioni

  • aver stipulato nell’a.s. 2008/09 un rapporto di lavoro per supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche attraverso l’utilizzo delle graduatorie provinciali, ovvero una supplenza di almeno 180 giorni in un’unica istituzione scolastica attraverso l’utilizzo delle graduatorie, anche se a seguito di proroghe o conferme di vari contratti d’istituto;
  •  i contratti di lavoro devono riguardare le classi di concorso ed i posti ai quali si riferisce l’inserimento nelle graduatorie provinciali;
  • non aver ottenuto, per l’a.s. 2010/11, un contratto per le classi ed i posti di inserimento in graduatoria provinciale, ovvero di aver lavorato per un numero di ore inferiore a quello di cattedra per mancanza di disponibilità. I supplenti che nell’a.s. 2008/09 hanno lavorato per almeno 180 giorni attraverso supplenze conferite dalle graduatorie d’istituto, potranno in ogni caso presentare domanda.

 

Esclusioni

Sono esclusi dagli elenchi prioritari quei supplenti che per l’a.s. 2010/11 rinuncino ad una supplenza conferita per orario intero attraverso l’utilizzo delle graduatorie provinciali e d’istituto.

Hanno titolo all’inserimento coloro che:

  • rinuncino alla supplenza su posto orario inferiore a cattedra per la mancanza di disponibilità ad orario intero;
  • i docenti che rinuncino ad una supplenza, anche ad orario intero, in una delle province di inserimento in coda.

 

Benefici

  • precedenza assoluta nelle scuole richieste per il conferimento di supplenze di competenza dei dirigenti scolastici;

  • per il personale docente, diritto alla valutazione dell’intero anno di servizio ai fini dell’attribuzione del punteggio nelle graduatorie ad esaurimento;

  • per il personale ATA, attribuzione dello stesso punteggio conseguito nell’a.s. 2008/09 in occasione dell’aggiornamento delle graduatorie permanenti.

Il punteggio va correlato a quello attribuito nell’a.s. 2008/09.

 

Presentazione delle domande

La domanda va presentata nel periodo dal 15 al 30 settembre 2010 utilizzando i modelli predisposti dal Miur (Modello Personale Docente Educativo, Modello Personale ATA). La domanda va indirizzata ad uno dei seguenti Uffici per il tramite della scuola nella quale è stato prestato servizio nell’a.s. 2008/09:

  • alla sede dell’Ufficio scolastico regionale che ha compilato le graduatorie ad esaurimento per il personale docente e le permanenti e gli elenchi ad esaurimento per il personale ATA;

  • alla sede provinciale dell’Ufficio scolastico regionale al quale corrisponde l’inserimento in graduatoria d’istituto;

  • alla sede provinciale dell’Ufficio scolastico regionale cui corrisponde l’inserimento in coda nelle graduatorie provinciali per il personale docente, nell’ipotesi in cui, all’atto della presentazione della domanda, l’interessato abbia stipulato un contratto di lavorio su spezzone orario ai fini del completamento d’orario.

 

Preferenze

La scelta delle scuole deve avvenire per distretti scolastici in base ai seguenti limiti:

  • almeno 2, in presenza sul territorio da 2 a 5 distretti;

  • almeno 3, in presenza sul territorio da 6 a 10 distretti;

  • almeno 4 , in presenza sul territorio da 11 a 16 distretti,

  • almeno 5, in presenza sul territorio di un numero di distretti maggiore di 16.

Per i docenti della scuola materna e dell’infanzia che aspirino anche a supplenze brevi sino a 10 giorni, è possibile indicare un solo distretto tra quelli prescelti nella domanda.

L’elenco dei distretti è allegato alla nota del Miur.

 

Rinunce alle nomine dagli elenchi prioritari

La rinuncia immotivata o senza giustificato motivo ad una proposta contrattuale nei confronti di quanti sono inseriti negli elenchi speciali comporta:

  • la cancellazione dagli elenchi;

  • la perdita del punteggio del servizio per l’a.s. 2010/11,

  • la perdita del diritto all’indennità di disoccupazione eventualmente percepita.

È possibile rinunciare alla supplenza anche in corso nei seguenti casi:

  • per accettare una supplenza annuale o sino al termine delle attività didattiche,

  • per accettare un progetto regionale,

  • per lo svolgimento, al momento della chiamata dall’elenco prioritario, di una supplenza nelle graduatorie d’istituto di altra provincia.

Il personale impegnato nei progetti regionali non può accettare supplenze temporanee per l’inserimento negli elenchi speciali, salvo diversa previsione delle singole convenzioni.

Le disposizioni stabilite dal decreto esplicano la loro validità solo a partire dalla data di diffusione degli elenchi definitivi.

 

Raffaele Manzoni