Tu sei qui: Home News 2018 ottobre Domanda 150 ore per diritto allo studio
Domanda 150 ore per diritto allo studio News    

Domanda 150 ore per diritto allo studio

Entro il 15 novembre il personale della scuola impegnato nella frequenza di corsi per il conseguimento di titoli di studio riconosciuti dall'ordinamento pubblico può richiedere i permessi retribuiti per l’anno 2019. La domanda va indirizzata all’Ufficio Scolastico della provincia in cui è ubicata la sede di servizio, per il tramite del Dirigente scolastico

I permessi sono concessi, per un massimo di 150 ore, per la frequenza di corsi finalizzati al conseguimento di titoli di studio universitari, post-universitari, di scuole di istruzione primaria, secondaria e di qualificazione professionale, statali, pareggiate o legalmente riconosciute, o comunque abilitate al rilascio di titoli di studi legali o attestati professionali riconosciuti dall'ordinamento pubblico.

Può presentare domanda:

  • il personale a tempo indeterminato, a prescindere dall’anzianità di servizio;
  • il personale supplente con contratto di durata sino al termine delle attività didattiche (30 giugno 2019) o sino al termine dell’anno scolastico (31 agosto 2019).

Scarica il fac simile di domanda

La domanda di concessione dei permessi straordinari retribuiti va indirizzata all’Ufficio Scolastico della provincia in cui è ubicata la sede di servizio ed inoltrata per il tramite del Dirigente scolastico, entro il 15 novembre 2018. L’istanza, redatta in carta semplice, deve contenere, unitamente alla esplicita richiesta di concessione dei permessi straordinari retribuiti di cui all'art. 3 del d.P.R. n. 395/1988, i seguenti dati:

  • nome, cognome, luogo e data di nascita;
  • tipo di corso;
  • durata dei permessi da utilizzare nel corso dell'anno solare in relazione al prevedibile impegno di frequenza del corso prescelto;
  • per il personale docente: ruolo di appartenenza e sede di servizio; per il personale educativo: sede di servizio; per il personale A.T.A.: profilo professionale e sede di servizio;
  • anzianità complessiva di servizio di ruolo;
  • eventuali requisiti di precedenza.

Le modalità di fruizione e le priorità nell’accoglimento delle domande sono regolate da contratti integrativi regionali, che possono anche prevedere una scadenza diversa da quella del 15 novembre (come nel caso della Toscana).

L’Ufficio Scolastico Provinciale provvede a formare una graduatoria dei richiedenti. I permessi verranno concessi in base alla graduatoria e fino alla concorrenza del contingente determinato e distribuito proporzionalmente tra i destinatari. I provvedimenti formali di concessione dei permessi dovranno essere predisposti entro il 15 dicembre 2018.

La certificazione relativa alla frequenza dei corsi e/o agli esami finali sostenuti va presentata al capo d'istituto della scuola di servizio, ove possibile, subito dopo la fruizione del permesso e, comunque, non oltre il termine di ciascun anno solare.

    25/10/2018 09:55
    24nov

    Il Piano Triennale dell'Offerta Formativa 2019-2022

    San Giorgio a Cremano - I.C. Massimo Troisi

    30nov

    Alle prese con il PTOF. Guida per sostenere la progettualità strategica della scuola - Lecce

    Lecce - IISS “De Pace” - Via A. Miglietta - Centro Risorse Freccia

    1dic

    Alle prese con il PTOF. Guida per sostenere la progettualità strategica della scuola - Bari

    VITTORIA PARC HOTEL - Via Nazionale 10/F - BARI PALESE