29/11/2010 15:30

Ripartizione Fondo per l’arricchimento dell'offerta formativa: emanata la direttiva

Con la direttiva del Miur 8 novembre 2010 n. 87 vengono ripartite le disponibilità finanziarie del "Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi", pari ad euro 126.777.458,76, ai fini dell'utilizzazione per l'anno 2010.

 

Con la direttiva del Miur 8 novembre 2010 n. 87 l'utilizzazione, per l'anno 2010, delle disponibilità finanziarie del "Fondo per l'arricchimento e l'ampliamento dell'offerta formativa e per gli interventi perequativi", pari ad euro 126.777.458,76, viene ripartita come di seguito indicato:

 

a) Ampliamento dell'offerta formativa, b) Formazione e sostegno all'innovazione, c) Scuola digitale, d) Miglioramento offerta formativa scuole paritarie

Euro 70.018.458,76. In particolare:

  • euro 48.113.458,76: realizzazione del piano dell'offerta formativa e delle attività di formazione ed aggiornamento del personale della scuola; nell'ambito di detto importo: euro 978.000 per progetti di formazione promossi e realizzati a livello regionale; euro 1.000.000 per progetti relativi ai licei musicali; euro 1.735.000 per le attività di formazione e aggiornamento del personale della scuola; euro 4.400.000 per iniziative a supporto della diffusione delle innovazioni tecnologiche nelle scuole per progetti didattici;
  • euro 2.445.000: attività connesse alla "editoria digitale";
  • euro 3.912.000 per assicurare, mediante programmi multimediali e con l'utilizzazione delle capacità interattive delle nuove piattaforme digitali, la prosecuzione dei progetti riferiti al potenziamento della cultura scientifica, all'insegnamento della lingua italiana e della lingua inglese nella scuola primaria;
  • euro 2.445.000: progetti per la partecipazione alle olimpiadi internazionali, allo sviluppo dei percorsi di orientamento d'intesa tra le scuole, università e mondo del lavoro;
  • euro 7.236.000: iniziative dirette a sostenere l'educazione ambientale e la salute, i giochi sportivi studenteschi nazionali ed internazionali, a promuovere la cultura della legalità e l'educazione alla cittadinanza attiva, l’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, a garantire l'efficace funzionamento delle Consulte provinciali e degli Studenti, del Forum Nazionale delle associazioni dei Genitori a scuola;
  • euro 978.000: programmi comunitari in materia formativa;
  • euro 4.889.000: ampliamento dell'offerta formativa delle scuole paritarie.

 

e) Integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap nonché degli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day-hospital

Euro 9,779.000: potenziamento e qualificazione dell'offerta formativa di integrazione scolastica degli alunni in situazione di handicap, con particolare attenzione per quelli con handicap sensoriale (non vedenti e non udenti), nonché per gli alunni ricoverati in ospedale o seguiti in regime di day hospital. Sarà posta attenzione anche al tema della dislessia e alle iniziative di formazione del personale docente.

 

f) Istruzione post-secondaria, degli adulti e programmi di istruzione-formazione-lavoro

Euro 39.157.000 per sostenere i seguenti interventi:

  • euro 29.336.000: realizzazione dell'alternanza scuola lavoro con particolare riferimento all'area di professionalizzazione degli istituti professionali;
  • euro 9.821.000: istruzione permanente degli adulti, sviluppo dell'istruzione tecnica e professionale sino al livello post-secondario, costituzione degli Istituti Tecnici Superiori, prosecuzione delle attività riguardanti il programma di attività relativo al dispositivo "Europass" (per euro 40.000).

 

g) Valutazione degli apprendimenti

Euro 4.889.000.

 

h) Promozione, sostegno e documentazione dell'innovazione

Euro 2.934.000: sostegno e promozione dell'innovazione (ricerca sui processi di trasformazione degli ambienti di apprendimento anche attraverso l'utilizzo delle ICT, adozione di libri di testo digitali etc.).

 

Tutte le istituzioni scolastiche saranno destinatarie di un finanziamento specificamente finalizzato alla realizzazione del piano dell’offerta formativa e delle connesse attività di formazione e aggiornamento, riferibili ai finanziamenti previsti dalla legge 440/97.

Le assegnazioni dei fondi alle istituzioni scolastiche saranno disposte dal competente Ufficio dell'Amministrazione Centrale e dai competenti Uffici Scolastici Regionali. L'importo complessivo destinato alle istituzioni scolastiche statali per i piani dell'offerta formativa e per le connesse attività sarà ripartito in misura proporzionale alle dimensioni delle istituzioni scolastiche, calcolate in relazione alle unità di personale e al numero degli alunni. Saranno effettuati interventi di monitoraggio delle attività realizzate dalle Istituzioni scolastiche a cura degli Uffici Scolatici Regionali, d'intesa con l'Amministrazione Centrale, su tutte le istituzioni scolastiche appartenenti al sistema nazionale di istruzione e formazione.