11/06/2019 09:36

Nuovi regolamenti di organizzazione del Miur

Pubblicati in Gazzetta Ufficiale i nuovi regolamenti di organizzazione del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e degli Uffici di diretta collaborazione. I provvedimenti disciplinano l'assetto del dicastero di viale Trastevere nella sua articolazione a livello centrale e periferico.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 133 dell'8 giugno scorso sono stati pubblicati:

  • il D.P.C.M. 4 aprile 2019, n. 47, recante “Regolamento concernente l'organizzazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca”;
  • il D.P.C.M. 4 aprile 2019, n. 48, recante “Regolamento concernente l'organizzazione degli Uffici di diretta collaborazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca”.

I provvedimenti disciplinano l'organizzazione del dicastero di viale Trastevere, nella sua articolazione a livello centrale nei tre Dipartimenti:

  • Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione;
  • Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca;
  • Dipartimento per la programmazione e la gestione delle risorse umane, finanziarie e strumentali.

e a livello periferico, negli uffici scolastici, su base regionale. Nell'ambito dei Dipartimenti sono individuati gli uffici di livello dirigenziale generale.

Si prosegue poi con le competenze dei dipartimenti, le attribuzioni dei Capi Dipartimento, e la regolamentazione per quanto riguarda Uffici scolastici regionali, Corpo ispettivo, Uffici di livello dirigenziale non generale, Posti di funzione dirigenziale e dotazioni organiche del personale non dirigenziale.

Vengono quindi regolamentati gli Uffici di diretta collaborazione del Miur, quali: Ufficio di Gabinetto, Segreteria del Ministro, Ufficio legislativo, Ufficio stampa, Segreteria tecnica del Ministro, Segreterie dei sottosegretari di Stato.

Infine un apposito capo è dedicati all'Organismo indipendente di valutazione della performance.

La riorganizzazione di cui ai suddetti decreti entra in vigore dopo quindici giorni dalla pubblicazione degli stessi in Gazzetta Ufficiale.