Tu sei qui: Home News 2019 gennaio Quota 100: il decreto in Gazzetta Ufficiale
Quota 100: il decreto in Gazzetta Ufficiale News    

Quota 100: il decreto in Gazzetta Ufficiale

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il provvedimento che introduce il trattamento di pensione anticipata cosiddetto "Quota 100". Per il personale dei comparti Scuola ed AFAM è prevista la possibilità di presentare domanda entro il 28 febbraio 2019.

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 23 del 28 gennaio 2019 è stato pubblicato il  decreto legge 28 gennaio 2019, n. 4, recante "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni".

Il provvedimento introduce il trattamento di pensione anticipata  cosiddetto "Quota 100", ovvero reintroduce una pensione di anzianità basata sulle quote, precedentemente annullata dalla riforma Monti-Fornero. Per "quota" si intende la somma dell’anzianità contributiva e dell’anzianità anagrafica.

I requisiti per accedere a tale prestazione pensionistica sono:

  • almeno 38 anni di anzianità contributiva;
  • almeno 62 anni di età anagrafica.

È prevista una finestra mobile di:

  • 3 mesi per i lavoratori privati (con prima applicazione non prima del 01.04.2019);
  • 6 mesi per i lavoratori del pubblico impiego (con prima applicazione non prima del 01.08.2019).

Per il raggiungimento dei requisiti contributivi è possibile cumulare, senza oneri, i periodi assicurativi accreditati presso differenti gestioni, ma, a differenza della pensione di vecchiaia e della pensione anticipata, per Quota 100 non è possibile mettere insieme la contribuzione accreditata presso le casse libero-professionali.

Il lavoratore dev'essere tenuto in servizio fino al termine di decorrenza della prestazione pensionistica.

Per quanto riguarda i comparti Scuola e AFAM, anche per la pensione Quota 100 si applica la regola generale che:

  • per il perfezionamento del diritto a pensione si tiene conto anche del periodo dal 1° settembre al 31 dicembre per il comparto Scuola, ovvero dal 1° novembre al 31 dicembre per il comparto AFAM;
  • la decorrenza della pensione è il 1° settembre per il comparto Scuola, ovvero il 1° novembre per il comparto AFAM, dell’anno in cui si perfeziona il diritto a pensione;
  • la misura della prestazione pensionistica è determinata sulla base dell’anzianità contributiva maturata fino al giorno della cessazione dal servizio.

Per il personale dei comparti Scuola ed AFAM viene prevista la possibilità di presentare domanda entro il 28 febbraio 2019, per accedere sia alla pensione con la cosiddetta Quota 100, sia alla pensione anticipata con la sospensione dell’adeguamento alla speranza di vita.

    29/01/2019 12:30