10/01/2019 12:47

Campionati studenteschi: le finali

Annunciate al Miur le città che ospiteranno le finali dei Campionati studenteschi, che contano oltre 5.000 di istituti partecipanti e 1,4 milioni di studenti iscritti. Avviato l’iter legislativo per inserire Scienze motorie nel curriculum di scuola primaria.

Lo scorso 9 gennaio al Miur si è tenuto l'incontro di presentazione delle città che ospiteranno le finali dei Campionati Studenteschi 2018/2019, rivolti ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado: Gubbio (PG) per la corsa campestre (20-22 marzo), Catania per la danza sportiva (10-13 aprile), Bari per la pallavolo (7-11 maggio), Terni per il tennis da tavolo (13-16 maggio), Giulianova (TE) per il calcio a 5 (14-18 maggio), Maracalagonis (CA) per il badminton (20-24 maggio), Treviso per il basket 3x3 (27-30 maggio).

Nella stessa occasione sono state annunciate anche le città in cui si terranno i Campionati Mondiali: Castel di Sangro (AQ) per il tennis (2-9 giugno) e San Vito Lo Capo (TP) per il beach volley (3-10 ottobre). Sarà invece Marina di Massa (MS) ad accogliere gli studenti delle scuole secondarie di primo grado per la Festa Nazionale dello Sport dal 20 al 24 maggio.

All'evento hanno partecipato il Ministro Marco Bussetti, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti, il Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) Giovanni Malagò, il Presidente del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) Luca Pancalli e il Segretario Generale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) Veronica Nicotra.

L'obiettivo è avere più sport a scuola, già a partire dalla primaria: è stato infatti avviato l’iter legislativo per inserire Scienze motorie nel curriculum di scuola primaria. La disciplina sarà insegnata, almeno per due ore a settimana in ciascuna classe, da docenti di educazione motoria, provvisti di titolo idoneo, che saranno equiparati in tutto e per tutto ai colleghi.

Le gare saranno anche occasione per fare conoscere ai ragazzi l’offerta culturale dei territori: insieme al Miur l'ANCI ha lavorato per accelerare gli investimenti e la messa in sicurezza dell’impiantistica sportiva, e coordinato le risorse statali a disposizione per migliorare l’edilizia scolastica.

Nel corso dell’iniziativa è stato anche fatto il punto sulla sperimentazione didattica “Studenti-Atleti”, che il Miur porta avanti insieme al CONI, alla Lega Serie A e al Comitato Italiano Paralimpico (CIP). Sono 20 le regioni coinvolte nel progetto per l’anno scolastico 2018/2019 e 7.611 i giovani iscritti al programma. Nel 2017/2018 gli studenti che hanno preso parte alla sperimentazione sono stati 1.505.

Infine si è parlato delle azioni in campo per promuovere lo sport a scuola, anche con riferimento agli alunni con disabilità.