Tu sei qui: Home News 2019 gennaio Maturità 2019: annunciate le materie della seconda prova
Maturità 2019: annunciate le materie della seconda prova News    

Maturità 2019: annunciate le materie della seconda prova

Il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha annunciato le materie che saranno oggetto della seconda prova scritta degli esami di maturità nelle diverse tipologie di scuole. La prova comprenderà più discipline, tranne per gli indirizzi in cui la disciplina caratterizzante è una sola. Il Miur organizzerà delle simulazioni nazionali.

Con un video pubblicato sui canali social del Ministero, il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti ha annunciato le materie che saranno oggetto della seconda prova scritta degli esami di maturità nelle diverse tipologie di scuole. Alcuni esempi:

  • liceo classico: Latino e Greco;
  • liceo scientifico: Matematica e Fisica;
  • liceo delle scienze umane: Scienze umane e Diritto ed Economia politica;
  • istituto tecnico per il turismo: Discipline turistiche e aziendali e Inglese;
  • istituto tecnico indirizzo informatica: Informatica e Sistemi e reti;
  • istituto professionale per i servizi di enogastronomia: Scienze degli alimenti e Laboratorio di servizi enogastronomici.

L'elenco completo delle materie è trasmesso in allegato al decreto 18 gennaio 2019, n. 37.

Sul sito del Ministero è disponibile un apposito motore di ricerca delle discipline.

Il Miur organizzerà delle simulazioni nazionali, che si terranno secondo il seguente calendario:

  • prima prova: 19 febbraio e 26 marzo;
  • seconda prova: 28 febbraio e 2 aprile.

Le indicazioni operative saranno fornite alle scuole tramite una circolare apposita.

Il decreto con le materie illustra anche le modalità di svolgimento del colloquio: la commissione partirà proponendo agli studenti di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi che saranno lo spunto per sviluppare il colloquio. I materiali saranno predisposti dalle stesse commissioni. Saranno gli studenti a sorteggiare i materiali. I candidati esporranno anche le esperienze di alternanza scuola-lavoro svolte. Una parte del colloquio riguarderà le attività fatte nell’ambito di “Cittadinanza e costituzione”.

La prima e la seconda saranno corrette secondo griglie nazionali di valutazione. Nel decreto sono individuate anche le discipline affidate a commissari esterni.

      18/01/2019 12:25