Tu sei qui: Home News 2019 febbraio Verso una Scuola che promuove salute
Verso una Scuola che promuove salute News    

Verso una Scuola che promuove salute

Lo scorso 20 febbraio 2019 il Ministro dell’Istruzione Marco Bussetti e il Ministro della Salute Giulia Grillo hanno presentato il documento congiunto “Verso una Scuola che promuove salute”, per diffondere l’educazione a corretti stili di vita tra gli studenti e inserire la promozione della salute nel percorso di studi.

Il documento, presentato al Ministero della Salute, è stato redatto congiuntamente dai due Ministeri e approvato in Conferenza Stato-Regioni il 17 gennaio 2019. Definisce un Piano di interventi educativi rivolti agli studenti, alle famiglie e al personale scolastico, con l’obiettivo di far acquisire competenze individuali su questi temi, di qualificare gli ambienti in cui i giovani vivono e si formano e di garantire il benessere complessivo del corpo sociale.

L’obiettivo è rendere la promozione della salute una materia non aggiuntiva, ma trasversale nel percorso formativo dei giovani. Nel rispetto dell’autonomia, ogni scuola potrà strutturare percorsi per il benessere psicofisico dei bambini e dei ragazzi, lavorare al miglioramento della qualità dei luoghi di studio, promuovere corretti stili di vita. Aprendosi anche al territorio e rafforzando la collaborazione con il servizio sanitario e le comunità locali.

Bussetti e Grillo hanno firmato inoltre un Protocollo d’Intesa per la tutela del diritto alla salute, allo studio e all’inclusione, con i seguenti obiettivi:

  • rendere stabile la programmazione condivisa e partecipata tra le Istituzioni centrali, regionali e locali, sanitarie e scolastiche, attraverso la condivisione di obiettivi educativi e di salute;
  • promuovere l’inclusione scolastica di bambini, alunni e studenti con disabilità, con disturbi evolutivi specifici e con altri bisogni educativi speciali;
  • sostenere i sistemi nazionali di sorveglianza nel monitoraggio di alcuni aspetti della salute dei bambini e degli adolescenti riguardo ai principali fattori di rischio comportamentali.
    21/02/2019 10:13