Tu sei qui: Home News 2018 novembre Proroga Programma Annuale 2019: chiarimenti
Proroga Programma Annuale 2019: chiarimenti News    

Proroga Programma Annuale 2019: chiarimenti

Il Programma Annuale 2019 dovrà essere approvato entro il 15 marzo 2019 e predisposto utilizzando i nuovi schemi di bilancio che saranno disponibili dal 15 gennaio. Dal 1° gennaio le scuole provvedono alla gestione provvisoria. Il Miur ha fornito istruzioni e tempistica delle operazioni.

Il nuovo Regolamento sulla gestione amministrativo-contabile delle scuole, Decreto Interministeriale 28 agosto 2018, n. 129, è entrato in vigore il 17 novembre 2018. Le disposizioni ivi previste si applicano a partire dal 1° gennaio 2019.  Si applicano invece già dal 17 novembre 2018 le disposizioni relative a:

  • procedure e contratti per i quali i bandi o gli avvisi siano pubblicati in data successiva al 17 novembre 2018,
  • contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, procedure e contratti per i quali non siano stati inoltrati gli inviti a presentare le offerte al 17 novembre 2018.

Con nota 31 ottobre 2018, prot. n. 21617 il Miur ha previsto una proroga per la predisposizione ed approvazione del Programma Annuale relativo all’esercizio finanziario 2019, al fine di consentire alle istituzioni scolastiche di poter utilizzare i nuovi schemi di bilancio.

La nota 22 novembre 2018 prot. n. 23410 illustra la tempistica da rispettare:

  • dal 15 gennaio 2019 saranno messi a disposizione sul sistema informativo i nuovi schemi di bilancio per la predisposizione del Programma Annuale 2019;
  • entro il 28 febbraio 2019 la Giunta esecutiva dovrà sottoporre il Programma Annuale 2019 e la relazione illustrativa al Consiglio d’Istituto per l’approvazione, nonché all’esame dei revisori dei conti;
  • entro il 15 marzo 2019 i revisori dei conti dovranno rendere il parere di regolarità amministrativo-contabile, e il Consiglio d’Istituto dovrà provvedere all’approvazione del Programma Annuale, anche nel caso di mancata acquisizione del predetto parere. In caso di parere non favorevole, l’istituzione scolastica dovrà tenere conto delle osservazioni formulate e, in caso di mancato recepimento, fornire adeguata motivazione.

Nei casi in cui il Programma Annuale 2019 non sia approvato il 15 marzo, il Dirigente Scolastico, entro il primo giorno lavorativo successivo a tale scadenza, ne fornirà comunicazione all’Ufficio Scolastico Regionale competente, che provvederà entro dieci giorni alla nomina del commissario ad acta; quest’ultimo provvederà all’approvazione del Programma 2019 entro quindici giorni dalla sua nomina.

Le istituzioni scolastiche provvedono alla gestione provvisoria dal 1° gennaio 2019 fino alla data di approvazione del Programma Annuale. Detta gestione dovrà realizzarsi nel limite di un dodicesimo, per ciascun mese, degli stanziamenti di  spesa definitivi del Programma Annuale 2018.

Tali disposizioni si applicano anche alle istituzioni  scolastiche che hanno provveduto, in data antecedente alla nota Miur di proroga, all’approvazione del Programma Annuale 2019.

    23/11/2018 10:45