Tu sei qui: Home News 2018 gennaio Valorizzazione eccellenze: parametri e premi
Valorizzazione eccellenze: parametri e premi News    

Valorizzazione eccellenze: parametri e premi

Pubblicato il decreto che ripartisce le competizioni in fasce, stabilisce i criteri per l’individuazione degli studenti meritevoli per i risultati raggiunti nelle competizioni e determina il numero massimo di studenti beneficiari per ciascuna competizione, nonché l'ammontare dei premi da assegnare.

Con Decreto Direttoriale 16 gennaio 2018 n. 25 le competizioni afferenti al Programma per la valorizzazione delle eccellenze sono suddivise in cinque fasce. Il decreto stabilisce altresì i quantitativi massimali di studenti beneficiari per ciascuna competizione, o sezione di competizione.

Sono inclusi tra i beneficiari tutti gli studenti che risultino collocati ex-aequo nelle rispettive graduatorie di merito e, in tali casi, il numero di beneficiari di una competizione potrà eccedere il quantitativo massimale indicato. Gli studenti vincitori di premi in Olimpiadi internazionali ufficiali, alle quali ciascun Paese partecipi con un numero fissato di rappresentanti nazionali sono considerati in aggiunta a tali quantitativi massimali.

I requisiti per l’individuazione delle fasce e le attribuzioni delle fasce a ciascuna competizione sono riportate nell'allegato I al decreto.

Sono individuati nell’allegato II i nominativi degli studenti che hanno diritto ad ottenere un premio per i risultati raggiunti, con l'indicazione della rispettiva scuola frequentata e dei relativi codici identificativi della tipologia di premio a ciascuno assegnato. L’elenco dei diversi codici identificativi e delle corrispondenti tipologie di premio sono riportati nella tabella di cui all'allegato III.

La premiazione degli studenti sarà effettuata dal dirigente scolastico dell'istituto frequentato secondo le forme di seguito riportate:

  • benefit e accreditamenti per l'accesso a biblioteche, musei, istituti e luoghi della cultura;
  • ammissione a tirocini formativi;
  • partecipazione ad iniziative formative organizzate da centri scientifici nazionali con destinazione  rivolta alla qualità della formazione scolastica;
  • viaggi di istruzione e visite presso centri specialistici;
  • benefici di tipo economico;
  • altre forme di incentivo secondo intese e accordi stabiliti con soggetti pubblici e privati.

L'Indire provvederà all'inserimento dei dati relativi agli studenti meritevoli nell'Albo Nazionale delle Eccellenze.

    23/01/2018 09:59