19/10/2020 11:12

D.P.C.M. 18 ottobre 2020: ulteriori misure di contenimento dell'emerganza sanitaria

È pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con ulteriori disposizioni al fine di contenere il contagio da Coronavirus sul territorio nazionale. Misure specifiche sono state date anche per il settore scolastico.

Il nuovo D.P.C.M. del 18 ottobre 2020, prevede una serie di restrizioni e misure aggiuntive di contenimento dell'emergenza sanitaria da Covid-19, integrando e modificando il decreto del 13 ottobre 2020.

Le nuove disposizioni che entrano in vigore da oggi 19 ottobre, saranno, salvo eventuali cambiamenti, efficaci sino al 13 novembre 2020, ad eccezione delle disposizioni per il settore scolastico che saranno vigenti a partire dal 21 ottobre 2020. 

Per la scuola è stato infatti stabilito che, fermo restando che l'attività didattica ed educativa per il primo ciclo di istruzione e per i servizi educativi per l'infanzia continua a svolgersi in presenza, per contrastare la diffusione del contagio, le istituzioni scolastiche secondarie di secondo grado adottano forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni, anche attraverso l'eventuale utilizzo di turni pomeridiani e disponendo che l'ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00.

Allo scopo di garantire la proporzionalità e l'adeguatezza delle misure adottate è promosso lo svolgimento periodico delle riunioni di coordinamento regionale e locale previste nel Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l'anno scolastico 20202021.

Per quanto riguarda le riunioni degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado, si ricorda che possono essere svolte in presenza o a distanza sulla base della possibilità di garantire il distanziamento fisico e, di conseguenza, la sicurezza del personale convocato. Mentre il rinnovo degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche può avvenire secondo modalità a distanza nel rispetto dei principi di segretezza e libertà nella partecipazione alle elezioni. Gli enti gestori provvedono ad assicurare la pulizia degli ambienti e gli adempimenti amministrativi e contabili concernenti i servizi educativi per l'infanzia.