Tu sei qui: Home News 2019 marzo Concorso dirigenti scolastici: ecco gli ammessi all'orale
Concorso dirigenti scolastici: ecco gli ammessi all'orale News    

Concorso dirigenti scolastici: ecco gli ammessi all'orale

Reso noto da parte del Miur l’elenco degli ammessi alla prova orale del Concorso a Dirigente Scolastico. La prova scritta è stata superata da 3.795 candidati.

Con decreto dipartimentale 27 marzo 2019 n. 395 il Miur ha trasmesso l’elenco degli ammessi alla prova orale del concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici da immettere nei ruoli regionali presso le istituzioni scolastiche statali, inclusi i centri provinciali per l’istruzione degli adulti.

Si tratta dei candidati che hanno  partecipato  alla  prova  scritta      ed hanno  conseguito  un  punteggio  complessivo  pari  o  superiore  a  70  punti. Tra questi coloro che sono stati ammessi alla prova scritta per effetto  di  provvedimenti  cautelari  monocratici  o  collegiali  del  T.A.R.  o  del  Consiglio  di  Stato, potranno partecipare con riserva alla prova orale, in attesa della definizione del contenzioso.

I candidati ammessi alla prova orale riceveranno comunicazione, esclusivamente a mezzo di posta  elettronica  all’indirizzo  indicato  nella  domanda  di  partecipazione  al  concorso,  del  voto conseguito nella prova scritta.

Il caldendario della prova orale sarà reso coto con successivo avviso.

Ricordiamo che la prova orale consiste in:

  • un colloquio che accerta la preparazione professionale del candidato nelle materie di esame;
  • una verifica della capacità di risolvere un caso riguardante la funzione del dirigente scolastico;
  • una verifica della conoscenza degli strumenti informatici e delle tecnologie della comunicazione normalmente in uso presso le istituzioni scolastiche;
  • una verifica della conoscenza della lingua prescelta dal candidato tra francese, inglese, tedesco e spagnolo al livello B2 del CEF, attraverso la lettura e traduzione di un testo scelto dalla Commissione e una conversazione nella lingua prescelta.

Al colloquio sulle materie d’esame, all’accertamento della conoscenza dell’informatica e all’accertamento della conoscenza della lingua straniera prescelta dal candidato, nell’ambito della prova orale, la Commissione del concorso attribuisce un punteggio nel limite massimo rispettivamente di 82, 6 e 12. Il punteggio complessivo della prova orale è dato dalla somma dei punteggi ottenuti al colloquio e nell’accertamento della conoscenza dell’informatica e della lingua. La prova orale è superata dai candidati che ottengono un punteggio complessivo pari o superiore a 70 punti.

La Commissione e le Sottocommissioni esaminatrici, prima dell'inizio della prova orale, determinano i quesiti da  porre  ai  singoli candidati per ciascuna delle materie  di  esame.  Tali  quesiti  sono proposti a ciascun candidato previa estrazione a sorte.

 

Preparati con noi alla prova orale con il Kit di preparazione alla prova orale e il volume Richiamo all'Europa

    28/03/2019 09:33